5 tipi di sale e le loro caratteristiche

Apr 15, 2014 | scritto da:

 

Che si voglia chiamarlo cloruro di sodio o con il suo nome più comune "sale da cucina", questo minerale naturale è un immancabile elemento nelle dispense e nelle tavole di tutto il mondo.

Molte sono le sue varietà e altrettanti gli usi in cucina... vediamone cinque insieme.

Sale affumicato della Danimarca: viene affumicato per novanta ore insieme al legno di quercia e di olmo rosso, secondo l'antica ricetta danese tramandata dai Vichinghi. Il suo sapore affumicato è ideale per accompagnare zuppe, salmone, trota, aringhe e verdure cotte. Pare essere eccezionale sulla carbonara e in generale sui piatti a base di uova.

Sale black lava: è un tipo di sale ottenuto tramite l'evaporazione dell'acqua del mare delle isole Hawaii. Di colore nero perché combinato con carbone vegetale, è utilizzato per esaltare il sapore del pesce crudo nella cucina giapponese o per decorare l'estremità del bicchiere nella preparazione del celebre "margarita"!

Sale dell' Himalaya: viene raccolto nei giacimenti preistorici della catena montuosa più alta del mondo. Prende il suo caratteristico colore rosa dai minerali che contiene, in particolare il ferro. Generalmente più costoso del sale normale, è considerato però più sano e puro. Ottimo su tutto.

Fleur de sel: sale marino naturale al 100%, senza additivi aggiunti. I suoi cristalli sono a forma di fiore, ha un alto contenuto di iodio ed una purezza maggiore rispetto agli altri tipi. Può avere origini geografiche molto diverse. Il più pregiato è il Fleur de sel Guèrande dell'Atlantico francese, creme de la creme tra i sali marini, nonché uno dei più costosi. Visto che tende a dissolversi facilmente, solitamente i cuochi lo aggiungono ai piatti pronti ad uscire dalla cucina. I più audaci lo usano nei dessert per attenuare la dolcezza!

Sale grigio bretone: povero di sodio e ricco di sali minerali, questo sale viene raccolto lungo le coste dell'Oceano grazie ad alcune costruzioni di argilla che con l'alta marea si riempiono per poi svuotarsi successivamente lasciando il sale sul terreno. Di colore grigio per il tipico suolo argilloso di questa zona, è ideale per le uova e la verdura.

"Con l'olio e con il sale, si fa buono anche uno stivale!"

 

Photo credits: vivodibenessere.com

Ti è piaciuto l'articolo? Forse potrebbe piacerti anche adottare un albero!

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business