Alla scoperta del Collepardo Stock Festival

Aug 07, 2015 | scritto da:

Dalle bottiglie di plastica nascono fiori e pesci; dalla tappezzeria delle macchine sorgono borse; dalle cinture di sicurezza portafogli e vasetti per le piante; dalle latte strepitose lampade e la lista potrebbe non finire mai. La sfida accetta e vinta da Diego Marinelli, Daniele Ricca, Matteo Martizi e Andrea Sonaglioni è riunire tutte queste creazioni in un unico luogo immerso nel verde: il parco di Colle Pardo, ad Ariccia, dove ogni anno si tiene il Collepardo Stock Festival.

 Tre giorni in cui artisti, artigiani ed eco-designer si ritrovano per mostrare ai visitatori “che gli oggetti di cui ci sbarazziamo in realtà hanno un potenziale nascosto che lì per lì non si vede, ma dandogli una chiave di lettura diversa rimanda un messaggio positivo e diverso dal comune”, dice Diego.

Ma Collepardo Stock non è un comune mercato, sono stati organizzati workshop di eco-design per bambini e adulti: dalla creazione di giocattoli a “cuciamoci una storia”, fino alla realizzazione di una borsa.  Poi il torneo di biliardino, la lezione di yoga, cucinare con la canapa, la rivisitazione teatrale di Uburé con la regia di Giacomo Zito, l’aperitivo guardando il tramonto e i concerti dei We are wave, Roberto Angelini e infine gli Etruschi form Lakota.

Collepardo Stock festival è nato dalla passione per l’ambiente e per il territorio in cui vivo -racconta Diego- perché un vero professionista dovrebbe far emergere il più possibile il territorio in cui si è formato: è inutile che le persone si formino e poi si dimentichino delle proprie origini e non facciano niente perché qualcosa cambi.”

E allora cinque anni fa Diego si è dedicato all’Associazione Collepardo Onlus che si è impegnata a salvare il parco, 28 ettari di bosco intatto con una esposizione unica, perché dalla sommità si riesce a vedere fino Roma e le coste del Circeo. Uno spettacolo davvero suggestivo.

Ed è in questo parco che ogni anno rinasce il Festival dell’eco-design, del riciclo e del riuso che vuole dare un messaggio sia di salvaguardia per le bellezze che abbiamo sul territorio, sia regalare una sensibilità diversa alle persone sugli oggetti che buttano via ogni giorno…il tutto in un’atmosfera davvero divertente!

Pianta ora Scopri Treedom Business