Banksy e Dismaland, il suo terrificante parco giochi

Aug 24, 2015 | scritto da:

Benvenuti a Dismaland!!

Il parco dei non-divertimenti creato dal celeberrimo e anonimo artista di Bristol Bansky.

Gli addetti ai lavori sciatti, depressi e maleducati, vi guideranno in un mondo realistico e lugubre, ma non temete, l’ingresso costa solo tre sterline. Potrete guidare con un radiocomando una barca piena di migranti e profughi in un lago artificiale. Oppure accodarvi ai paparazzi per scattare un selfie con la principessa Disney morta in un incidente stradale (forse la zucca non è un ortaggio sicuro). Ma non mancano i grandi classici, come la pesca della paperella…solo che queste sono ricoperte di petrolio e se riuscirete a prenderne una (non temete, è impossibile) il regalo vi disgusterà.

Il castello è tetro e diroccato, ma non per nulla dismal significa osceno, fosco, mediocre. E quindi i laghetti sembrano acquitrini, le orche (stile free Willy) saltano fuori da un water per infilarsi un cerchio; e non mancano le immagini angoscianti, le luci stroboscopiche, fumo sintetico e parolacce. Insomma, una tetra parodia del mondo Disney con riferimenti per nulla velati nei confronti dell’establishment, del potere e del consumismo.

Infatti, la brochure recita: “Festival di arte, intrattenimento e introduzione all’anarchia”.

Oltre alle opere di Bansky potrete ammirare 58 tra i maggiori artisti contemporanei, come Damien Hirst, Jenny Holzer e Jimmy Cauty.

Attenzione però, sono severamente vietati all’ingresso: coltelli, bombolette, droghe illegali e gli avvocati della società Disney.

Dismaland sarà l’attrazione turistica più deludente di tutto il Regno Unito” dice Banksy. E allora buona visita signore e signori!

Pianta ora Scopri Treedom Business