Bionic Arch, grattacielo vegetale a Taiwan

May 19, 2015 | scritto da:

Il Bionic Arch è un edificio eco-friendly che sorgerà nella città di Taichung in Taiwan ed oltre ad avere lo scopo pratico di ridurre le emissioni di CO2 della metropoli si presenterà come un grandioso esempio di architettura ed edilizia sostenibile. Si tratta di un progetto dell’architetto belga Vincent Callebaut che lo ha ideato e progettato nel 2011 all’interno di un programma ben più ampio che prevede la costruzione di un intero quartiere a basso impatto ambientale dal nome Taichung Active Gateway City che dovrebbe assorbire gran parte della quantità di carbonio prodotta dall’immensa area industriale circostante.

È innegabile che nelle grandi metropoli del sud est asiatico e dell’estremo Oriente il problema delle emissioni di anidride carbonica e dell’impatto sull’ambiente è particolarmente grave, ed è per questo che da anni si cercano sempre più soluzioni in campo edilizio e architettonico per alleviare il problema: oltre a costruire grattacieli che si sviluppano in altezza per sfruttare al meglio lo spazio abitativo è comunque necessario introdurre accorgimenti e metodologie costruttive sempre più green ed il Bionic Arch è un progetto che promette ancora innovazione dal punto di vista della sostenibilità architettonica perché si tratterà di un mega grattacielo dalla forma ovale e allungata interamente ricoperto di vegetazione all’esterno. Il Bionich Arch , inoltre, sorgerà vicino ad una centrale eolica e riuscirà a produrre tutta l’energia necessaria ai propri consumi sfruttando solo fonti di energia rinnovabili quali biomasse, energia solare ed eolica.

Pianta ora Scopri Treedom Business