Buzzed, il filato prodotto con la birra

Nov 20, 2015 | scritto da:

Qualche giorno fa, abbiamo parlato di come dalla lavorazione della birra, così tanto amata e bevuta nel mondo, si vengano a produrre una grande quantità di scarti, circa l’85% del sottoprodotto, e si utilizzino molti litri d’acqua per ricavarne solo uno del nettare degli dei. Oggi torniamo su questo argomento per raccontarvi dell’idea avuta da 3Dom, ditta americana nata nel 2014, per utilizzare al meglio gli scarti della birra.

Per l’esattezza 3Dom è un’innovativa compagnia di accessori per le stampanti 3D, che ha iniziato la sua attività con la vendita di rocchetti di filamenti eco-friendly ricavati dai chicchi di caffè per essere usati per la stampa in 3D; da poco si è aggiunto anche ‘Buzzed’ il filato creato dagli scarti della birrificazione. Il loro motto per la sponsorizzazione è stato ed è “We just hate to see a good beer go to waste”, ovvero “Non sopportiamo vedere una buona birra vada sprecata”, motto che può essere simpaticamente interpretato in più modi ovviamente, ma la logica è dare nuova vita a materiali che altrimenti andrebbero solo ad ingrossare le nostre discariche.

‘Buzzed’ è 100% bio-based, è compatibile con tutte le stampanti 3D che utilizzando PLA ed ha un bellissimo color oro naturale così da conferire agli oggetti stampati un aspetto unico. Colore che si presenta perfetto soprattutto per stampare un boccale artigianale di birra per ripartire con il ciclo vitale del nettare degli dei.

Vuoi comprarne un rocchetto anche tu? Clicca qui, spediscono in tutto il mondo.

 

Pianta ora Scopri Treedom Business