Coca-Cola fa passi avanti nel mondo green. Realtà o apparenza?

Feb 14, 2014 | scritto da:

 

Coca-Cola è sempre stata più attenta ai suoi profitti piuttosto che all'ambiente. Ma durante gli ultimi dieci anni ha dovuto ricredersi: pian piano la compagnia americana ha dovuto, suo malgrado, fare i conti col cambiamento climatico e col fatto che potesse essere dannoso per le sue attività commerciali.

Qui di seguito i fatti. Dieci anni fa, a causa di una seria mancanza d’acqua nel paese, la Coca-Cola perde una lucrativa licenza in India.

Da allora questo problema di approvvigionamento si ripete sempre più spesso a causa della crescente siccità a livello mondiale. Questo problema, inoltre, si allarga anche ad altri ingredienti basi della bevanda più famosa del pianeta, come la canna da zucchero, la barbabietola e gli agrumi. Jeffrey Seabright, vice presidente per l’ambiente e le risorse idriche di Coca-Cola, spiega che: “Siccità più frequenti, alluvioni che sarebbero dovute avvenire una volta ogni 100 anni e che invece avvengono ogni due anni, un clima sempre più imprevedibile, sono tutte minacce per la nostra industria”.

Coca-Cola ha risposto al problema, con la creazione di un sistema di gestione ambientale denominato EKOsystem focalizzato su tre aree: acqua, rifiuti, e cambiamento climatico. L'ambizioso progetto è quello di restituire ogni goccia d'acqua utilizzata nella produzione delle proprie bevande: per questo Coca-Cola fa utilizzo di tecnologie di conservazione dell'acqua; per massimizzare la percentuale di rifiuti da avviare ad attività di recupero e riciclo. Vi è poi il progetto EKOfreshment, studiato per individuare soluzioni tecnologiche innovative che contribuiscano a ridurre l'impatto dell'azienda sul riscaldamento globale. Questi due progetti vanno ad allinearsi ad una politica di Coca-Cola sempre più orientata ad ingraziarsi il mondo green. La scorsa estate infatti, è stato lanciata in sud America una nuova Coca, dolcificata con stevia invece che con zucchero: Coca-Cola Life La bevanda venne pubblicizzata come naturale e benefica, ma oltre ad un abbassamento di tot calorie date dal suo consumo, non c'erano in realtà molte altre cose da segnalare in materia ecologica.

Sicuramente gli interessi, di uno dei più grandi attori mondiali del capitalismo, stanno portando ad iniziare a cambiare atteggiamento sull'argomento ambientale, ma ,sia chiaro, questo è semplicemente l’inizio di un discorso lungo ed importante per il futuro del nostro pianeta. Una serie di passi nella direzione giusta, ma basterà?

Foto Credits: www.perfectioner.com

Pianta ora Scopri Treedom Business