Compri meno, sprechi meno

Oct 09, 2015 | scritto da:

Imparare a fare la spesa non è un gioco: si acquista molto spesso con gli occhi e con il languorino il che si traduce, in poche parole, in sacchetti zeppi di cibo che poi effettivamente non si avrà modo (e tempo) di consumare.

Il 16 ottobre, come tutti gli anni, si celebra su iniziativa della FAO la Giornata Mondiale dell’Alimentazione con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della fame nel mondo e dello spreco di cibo.

Tante saranno le iniziative che verranno organizzate in questo senso, tra cui la mini guida che Helpling, la piattaforma online per prenotare un addetto alle pulizie domestiche, e MyFoody, startup italiana che permette di comprare dai supermercati il cibo a rischio spreco, hanno messo a punto per diminuire gli sprechi e contribuire a rendere il mondo un posto più sostenibile.

Prima di elencare brevemente i consigli contenuti in questo piccolo vademecum è giusto sapere qual è il contesto entro il quale ci si sta muovendo.

In Italia si spende mediamente il 17,5% del budget familiare per acquistare cibo. Nonostante la crisi economica degli ultimi anni abbia gradualmente diminuito lo spreco di cibo fino ad arrivare a un 57% in meno, i rifiuti alimentari ammontano tuttora a 108 kg per persona: come se ogni italiano buttasse due piatti di pasta nella spazzatura, ogni giorno.

Spreco e negligenza portano, in Italia, a una spesa di 37 miliardi di Euro capace, da sola, a sfamare ben 44 milioni di persone. Non solo: in Italia l’impronta di carbonio causata dai rifiuti di cibo equivale a 3,4 milioni di tonnellate di CO2.

L’infografica qui sotto spiega bene di cosa stiamo parlando.

 

 

Ma veniamo a pochi, brevi consigli per fare la propria parte, sprecare meno ed essere, di conseguenza, più sostenibili:

1. dona alle banche del cibo: se in fondo alla dispensa conservi del cibo non deperibile, ancora commestibile, ma che sai di non consumare portalo a chi ne ha davvero bisogno;
 
2. compra in maniera intelligente: meno compri, meno sprechi. Compra il giusto, quel che sai che consumerai e togliti qualche sfizio quando sai di poterlo fare e, consiglio della nonna, non fare mai la spesa quando hai fame!
 
3. usa quello che hai in casa: controlla le date di scadenza e cerca di buttare via il meno possibile. Allena la tua creatività e cucina pranzi e cene utilizzando quel che sta per scadere, arricchito da un ingrediente che fa la differenza J
 
4. conserva gli alimenti con cura e nella maniera corretta;
 
5. servi porzioni ragionevoli e fai buon uso degli avanzi;
 
6. riutilizza, ricicla, risparmia: per esempio, il limone già spremuto è perfetto per disinfettare le superfici, pulire il frigorifero e smacchiare i tessuti.
 
 

Pianta ora Scopri Treedom Business