Crocoburger, all' Expo arriva la carne di coccodrillo

Jul 15, 2015 | scritto da:

Che l’Expo sarebbe stato un evento di portata mondiale legato e finalizzato alla presentazione di novità culinarie e tradizioni locali lo sapevamo tutti, ma presentare gli hamburger di carne di coccodrillo come fiore all’occhiello del padiglione Zimbabwe è stata, forse, una decisione un po’ troppo azzardata.

Proprio così, lo Zimbabwe ha presentato ad Expo 2015 in anteprima assoluta italiana il Crocoburger, il panino fatto con la carne di coccodrillo, nella speranza di inserire questo prodotto nei mercati alimentari occidentali e di aumentarne la distribuzione nel canale della ristorazione italiana. Georges El Badaoui, console dello Zimbabwe, ha assicurato che la carne di coccodrillo è un alimento sano, ricco di proteine e altre sostanze salutari, che tutti i coccodrilli sono allevati nel paese africano, nutriti con soia non Ogm e macellati intorno ai tre anni di vita:"Siamo felici di presentare un prodotto così particolare a Expo Milano 2015 - ha detto Georges El Badaoui, console dello Zimbabwe -. La carne di coccodrillo è un alimento sano, contiene Omega 3, 6 e 9. Inoltre su 100 grammi, ci sono circa 25 grammi di proteine. Abbiamo fatto moltissimi controlli e, quindi, si tratta di un prodotto sicuro e certificato. Speriamo di poter aumentare al più presto la distribuzione in Italia nel canale della ristorazione".

Ciò che più stupisce in tutta questa storia è che questo bizzarro prodotto “gourmet” arrivato direttamente dal paese africano potrebbe conoscere un certo seguito nel nostro paese, infatti sembrano essere già in ballo dei progetti di collaborazione per creare prodotti Made in Italy a base di carne di coccodrillo, come i filetti immersi in olio extravergine di oliva italiano. Chissà se a breve tra gli scaffali dei nostri supermercati, accanto ai filetti di tonno e sgombro sott’olio, non vedremo anche dei deliziosi filetti di coccodrillo. La domanda da porsi a questo punto riguarda più l’ideologia, gli scopi ed i principi etici che stanno (o stavano) alla base di Expo 2015, il cui slogan è “nutrire il pianeta, energia per la vita” ed il cui scopo è quello coniugare il patrimonio gastronomico mondiale con le nuove soluzioni di sostenibilità ambientale e valorizzare tutte le realtà culinarie del pianeta alla luce delle problematiche ecologiche ed ambientali che tutti conoscono.

La carne di coccodrillo potrà davvero nutrire il pianeta? Potrà davvero fornire una valida soluzione per diminuire l’inquinamento e l’impatto del settore alimentare sull’ambiente? E il crocoburger si merita davvero di essere presentato ad uno show che è nato per promuovere stili di vita sostenibili e tecnologie all’avanguardia per la sostenibilità nel consumo delle risorse?

Pianta ora Scopri Treedom Business