Diario di un agronomo: Alla riscoperta di un frutto antico, la carruba.

Jun 12, 2015 | scritto da:

Ciao sono Niccolò, uno degli agronomi di Treedom. Il mio lavoro mi porta lontano, dall’Africa al Sud America, per condividere le mie conoscenze legate al mondo dell’agricoltura con le popolazioni locali. Insieme ci prendiamo cura degli alberi che, se vorrai, potrai adottare. Questo diario serve per raccontarti i miei viaggi e portarti consigli da mondi lontani.

 

Di ritorno dall’impervia regione del Gran Chaco argentino. Ho avuto l’opportunità di vivere 10 giorni in un villaggio abitato dagli indigeni appartenenti all’etnia huichi, al confine con il Paraguay. Ogni giorno, tra un acquazzone e l’altro, alle soglie dell’inverno, los campesinos mi portavano nel loro terreno, generalmente a piedi o in moto. Avevo così la possibilità di censire, geolocalizzare e fotografare ogni albero di algarroba, meglio conosciuta come carrubo, uno dei pochi che riesce a crescere e proliferare in un ambiente di steppa semi-arida come quella del Chaco.

In queste comunità, come in ogni cultura indigena, tutti gli alberi hanno un'importanza. Ce ne sono alcuni che vengono usati per il frutto, altri per le proprietà benefiche del seme, della foglia, della radice o della corteccia. Altri hanno una valenza spirituale e altri ancora hanno una chioma perfetta per fare ombra durante la siesta. Il carrubo è coltivato essenzialmente per il suo frutto, la carruba, che produce dei semi dalla cui macerazione e tostatura si ottiene una farina usata a scopo alimentare.

La carruba era molto utilizzata in passato anche in Italia, data la sua economicità e facile reperibilità, ma la moderna alimentazione ha finito per relegare questo prodotto tra i “dimenticati”. Nelle comunità huichì del Chaco argentino, invece, gli viene ancora dato onore, come sostituto del cioccolato: grazie al suo sapore dolce e gradevole, al suo alto valore nutrizionale, al bassissimo contenuto di grassi e all’assenza di caffeina – che è invece presente nel cioccolato – la farina di carruba può essere un ottimo compromesso per chi vuole mantenersi in forma assumendo poche calorie e grassi, o per chi soffre di allergie alla caffeina o alla teobromina.

Pianta ora Scopri Treedom Business