Diario di un agronomo: Contro la siccità nell’orto, pacciamate!

Jul 17, 2015 | scritto da:

Ciao sono Niccolò, uno degli agronomi di Treedom. Il mio lavoro mi porta lontano, dall’Africa al Sud America, per condividere le mie conoscenze legate al mondo dell’agricoltura con le popolazioni locali. Insieme ci prendiamo cura degli alberi che, se vorrai, potrai adottare. Questo diario serve per raccontarti i miei viaggi e portarti consigli da mondi lontani.

 

Report dall’orto di Treedom.

Con queste temperature c’è bisogno di qualche accorgimento in più. Non basta annaffiare una volta al giorno, soprattutto se il vento che soffia è un föhn che secca in pochi minuti qualunque superficie che incontri per strada.

Dobbiamo quindi ricorrere a un metodo già molto usato in Italia e abbastanza frequente anche nei paesi aridi, dove la disponibilità d’acqua è scarsa ed i mesi di siccità sono abbondanti: la pacciamatura.

Col termine pacciamatura si indica il metodo di coprire il terreno in prossimità del colletto della pianta con del materiale inerte. Generalmente si usa la paglia, residui di rami e piante potate, strame (erba falciata e seccata), foglie, cartoni e carta priva di inchiostro. Il risultato, oltre a tenere lontane le erbe spontanee , è quello di mantenere umido gli strati più superficiali del terreno e di diminuire così la necessità d'acqua.

Ti consiglio di pacciamare le piante che hai in giardino, possibilmente una di queste sere, quando fa più fresco. Vedrai che i risultati saranno evidenti in tempi record!

Pianta ora Scopri Treedom Business