Diario di un agronomo: Haiti, un'intervista tra gli alberi

Apr 21, 2016 | scritto da:

Si chiama Gerome Rosalite Micheline, è una delle donne coinvolte nel progetto di Treedom e AVSI ad Haiti, e fa parte dell’Associazione Donne Valorose Nan Kadet. Sotto un albero di mango, nei pressi del paesino di Chantal, nel Dipartimento Sud dell’isola, Rosa ci racconta come la riforestazione di alberi forestali e da frutto stia cambiando le cose, dal punto di vista ambientale e sociale:

<<Gli alberi rappresentano la nostra vita. Perché se non li piantiamo le piogge ci portano via la terra. Perché grazie ad essi possiamo lottare contro la malnutrizione, per esempio producendo cacao o delle tavolette di anacardi e zucchero. Perché ci aiutano a respirare meglio, come il mogano.>>

Di fronte alla debolezza economica di Haiti, la silvicoltura è tra i miglior benefici che ci possano essere per combattere la povertà, la disoccupazione, l’insicurezza alimentare.

<<Negli anni passati quando si piantava il caffè all’inizio delle scuole non c’erano problemi perché la raccolta del caffè era interessante e si poteva guadagnare abbastanza per pagare le spese scolastiche e molto altro. Ora le terre sono meno fertili e non abbiamo l’appoggio dello stato per la conservazione dei suoli.>>

All’ombra di un gazebo di legno, su un versante montagnoso dove gruppetti di persone mettono a dimora alcune piante di moringa, Blanc Joseph David ci racconta la storia del progetto:

<< L’Organisation Planteur Bona - che gestisce le piantumazioni (ndr) - è nata quando tutta la popolazione proveniente da 6 località si è riunita per occuparsi dello sviluppo della zona. Il Parco di Macaya aveva bisogno di un intervento, perché i nostri terreni erano veramente degradati e si perdevano verso il fiume ma ora possiamo constatare che in questa zona c’è in atto un grande cambiamento.>>

L’Organizzazione funziona molto bene anche a livello di gestione vivaistica, poiché ogni membro si occupa di un determinato numero di alberi, che vengono piantati per molte ragioni:

<< Se prendiamo come esempio la Moringa, questa pianta la possiamo piantare per la produzione di olio e per le sue foglie, commestibili e nutrienti. Se avete un orto potete recintarlo con la Moringa e avrete molti altri vantaggi.

Un albero ha tanti benefici quanti sono i suoi rami.>>

 

Foto e Intervista di Edoardo Delille

 

Sono Niccolò, l’agronomo di Treedom.

“Il mio lavoro mi porta lontano, dall’Africa al Sud America, per condividere le mie conoscenze legate al mondo dell’agricoltura con le popolazioni locali. Insieme ci prendiamo cura degli alberi che, se vorrai, potrai adottare. Questo diario serve per raccontarti i miei viaggi e portarti consigli da mondi lontani”.

 

Pianta ora Scopri Treedom Business