Disastro ambientale in Amazzonia: il fiume Marañon invaso dal petrolio

Feb 24, 2016 | scritto da:

Sempre più spesso si sente parlare di disastri ambientali: l'uomo, con le sue attività, sfrutta eccessivamente la natura e quest'ultima, esausta, fa sentire la sua voce.

Qualche giorno fa il fiume Marañon, uno dei corsi d’acqua che si gettano nel Rio delle Amazzoni, è stato contaminato da una grossa fuoriuscita di petrolio. Il lungo oleodotto della compagnia petrolifera di stato Petroperu è stato colpito da una frana che, rompendo una tubatura, ha riversato il contenuto nel fiume. È stata immediata la mobilitazione del personale qualificato della compagnia che, con macchinari e attrezzature ha tentato in tutti i modi di limitare i danni ma, le abbondanti piogge collegate al fenomeno climatico El Niño, hanno portato via le barriere.

Pesci, vegetazione e fiumi di una vasta area dell’Amazzonia sono interamente coperti da grosse chiazze nere e l'ecosistema è compromesso. Un disastro ambientale senza precedenti: l’oro nero ha raggiunto gli affluenti del Marañon e, a causa della morfologia del suolo, sta penetrando a fondo nel terreno.

Forse bisognerebbe mettere in discussione una volta per tutte l'estrazione del petrolio e delle altre fonti fossili, pianificando un futuro carbon free per evitare incidenti di questo tipo.

Pianta ora Scopri Treedom Business