Dita della mano. Le hai mai guardate con attenzione?

May 15, 2014 | scritto da:

 

Lettura della mano: dimmi che mano hai e ti dirò chi sei! Non è il trucco di una veggente e, tranquilli, non vi chiederò davvero di farvi leggere la mano. Siamo sul solido terreno scientifico. Secondo alcuni studi condotti dall’Università dell’Alberta, in Canada, le nostre mani ci dicono molto riguardo la nostra personalità ed il modo di affrontare la vita di tutti i giorni. In particolare, si parla della lunghezza delle dita, dell’anulare in relazione all’indice e di come la loro dimensione sia sostanzialmente una questione “ormonale”.

Il punto di partenza è la cosiddetta formula del testosterone: si misura la lunghezza del dito indice (A), dalla base fino alla punta, tralasciando le unghie ovviamente, e quella del dito anulare (B), nello stesso modo. Dividendo A per B, si otterrà il Digit Ratio, ossia il rapporto tra la lunghezza delle due dita. Certamente la differenza sarà di pochissimi millimetri, ma pare questo basti per capire qualcosa in più su di noi.

 

I ricercatori sostengono che ad influire sulla lunghezza dell’anulare sia il testosterone, riscontrando che donne e uomini che presentano un anulare particolarmente lungo tendono a produrne in maggiori quantità, fin dalla nascita, e, pertanto, ad assumere comportamenti più accentuatamente “maschili”.

 

Siete pronti a scoprire cosa rivelano le vostre dita?


Se il Digit Ratio è minore di 1 – ossia se l’anulare si presenta più lungo dell’indice – allora:

  • Si riscontra generalmente una maggiore reattività verbale alle provocazioni, tanto negli uomini quanto nelle donne. Questo valore è inoltre indice di una predisposizione a buone prestazioni sportive, dovute ad un maggiore sviluppo della muscolatura. Alle donne con questa caratteristica è associato un migliore senso dell’orientamento. In generale, si ha più propensione ad assumersi rischi, mettersi in gioco, come avviene nel mondo della finanza. Pare, infatti, che gli agenti di borsa abbiano statisticamente anulari più lunghi.

Se il Digit Ratio è uguale o maggiore di 1 – cioè se l’indice è uguale o più lungo dell’anulare – allora:

  • Si ritiene si abbia una minore capacità a gestire situazioni di forte tensione ed i soggetti con tale caratteristica sono tendenzialmente più introversi. La loro maggiore predisposizione alla riflessione comporta migliori capacità organizzative e di progettazione, lungi dall’intraprendere decisioni “all’ultimo minuto”. È stata, inoltre, ritrovata una certa correlazione con alcuni dati: emerge, infatti, che gli uomini che rientrano in questa categoria hanno un rischio inferiore (del 33%) di ammalarsi di cancro alla prostata, mentre per le donne un rischio minore di soffrire di artrosi del ginocchio.

Quali sono i vostri risultati e qual è il profilo in cui vi riconoscete?

 

Pianta ora Scopri Treedom Business