Due passi sulla High Line di New York

Mar 11, 2014 | scritto da:

 

Conosciamo meglio la High Line, la celebre passeggiata sopraelevata di New York, che quest'anno conclude i lavori con la costruzione di un anfiteatro verde nella Grande Mela.

Sotto la spinta di un' urbanizzazione sempre più pressante, New York è andata nel corso della sua espansione tinteggiando di grigio il proprio paesaggio.

La possibilità di uscire di casa per fare due passi nel verde, per leggere un libro sotto un albero, per godersi un bel paesaggio, è diventata ogni giorno più problematica. Da qualche anno però, le persone che desiderano fuggire per qualche ora dal caos cittadino hanno una nuova e originale alternativa.

All'inizio del nuovo millennio è stato infatti creato il primo parco sopraelevato della città, sorto sulla vecchia linea ferroviaria High Line, attraverso la collaborazione di architetti, ingegneri, orticoltori e designer. Negli anni '90 la struttura, ormai da tempo in disuso, fu sottratta alla demolizione grazie agli abitanti del quartiere che lottarono affinché non venisse distrutta per lasciare spazio a nuovi centri abitativi.

Oggi il parco si estende per più di un chilometro e mezzo lungo la ferrovia, collegando Gansevoort Street alla 30th strada; entro la fine del 2014, verrà realizzato anche l'ultimo tratto che terminerà nel quartiere di Hell's Kitchen, arrivando a misurare ben 2,6 chilometri di lunghezza.

Sopra le strade newyorkesi, caratterizzate dalla velocità frenetica della vita quotidiana, è nato così un nuovo polmone verde che soddisfa il desiderio di molte persone di evadere dagli stressanti ritmi cittadini. Il progetto ha previsto anche la costruzione di un anfiteatro, ricco di alberi sempre verdi e fiori stagionali, che diventerà luogo di numerosi eventi culturali e commerciali. Le panchine, spesso ricavate dai binari, offrono alle persone la possibilità di rilassarsi guardando la città dall'alto, pranzare in tranquillità, incontrarsi in un ambiente rilassante.

Questo suggestivo percorso dimostra come la riqualificazione verde possa essere una valida alternativa alla demolizione, ma soprattutto, come sia possibile aiutare la natura a riappropriarsi dei suoi spazi senza entrare in conflitto con la città.

E come ben sappiamo, lei ricambierà sicuramente il "favore".

Photo credits: bobos.it

 

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business