E tu che cronotipo sei?!

Apr 14, 2015 | scritto da:

C'è chi è più produttivo ed energico la mattina, chi predilige il pomeriggio e chi, invece, è un animale notturno. A causa dell’orologio biologico, ognuno di noi vive le diverse ore del giorno in maniera differente; infatti l'orologio interno che determina il cronotipo - la categoria che indica in che momento della giornata siamo maggiormente attivi - è diverso per ciascuno di noi.

Capire qual è il proprio cronotipo è semplice: basta passare un paio di settimane andando a letto quando ci si sente stanchi e svegliarsi senza sveglia. Non facile, vero?
Sunita Sah, una scienziata del comportamento presso la Georgetown University e nottambula dichiarata, si è chiesta fino a che punto gli orari che scandiscono una giornata influenzino la nostra vita.
L'idea che svegliarsi presto la mattina costituisca una virtù è diffusa sin dall'antichità. "Svegliarsi prima dell'alba è raccomandabile; e costituisce una sana abitudine" diceva Aristotele; mentre Benjamin Franklin esprimeva la stessa idea in altri termini: "Andare a letto presto e svegliarsi presto rende un uomo sano, ricco e saggio".

Un’idea suggerita anche da studio pubblicato nel 1998 sul Journal of Personality and Social Psychology, che suggerisce che le persone diventano più passive con l'avanzare del giorno; quindi dovremmo fare le cose più importanti della giornata al mattino, perché non saremo in grado di farle altrettanto bene la sera.

Ma, secondo Sunita Sah, questo non è sempre vero: in base al suo studio gli orari di una giornata potrebbero anche avere conseguenze sulla sfera morale. In una serie di esperimenti, lei e i suoi colleghi Brian Gunia e Christopher Barnes, hanno voluto verificare se e quanto determinati orari influenzano la probabilità che una persona imbrogli, scegliendo i partecipanti in base al loro cronotipo mattiniero e nottambulo. I partecipanti sono stati sottoposti a prove fisiche e intellettuali e in entrambe hanno avuto la possibilità di imbrogliare. I risultati mostrano che i mattinieri imbrogliano meno se sottoposti a prove nelle prime ore del giorno. Così come all’opposto, i nottambuli imbrogliano di meno la sera.

Quindi non c'è una categoria eticamente superiore all'altra: semplicemente entrambe si lasciano influenzare dall'ora del giorno che prediligono. I mattinieri, tuttavia, sono più fortunati poiché la nostra società è strutturata in modo da avvantaggiare chi è più produttivo la mattina. Anzi, ci si aspetta che tutti riescano a ottenere risultati migliori la mattina presto, e di conseguenza il cronotipo dei nottambuli è decisamente sballato in una società che impone a tutti orari stretti e inflessibili.

Insomma, non solo chi dorme non piglia non pesci ma anche chi non è mattiniero! E voi, che cronotipo siete?

Pianta ora Scopri Treedom Business