Ecco 20 day stranger, l’app per guardare il mondo con gli occhi di un altro

Nov 02, 2014 | scritto da:

Avete mai pensato di seguire per 20 giorni un perfetto sconosciuto e sapere dove fa, cosa fa, come si sposta, cosa mangia? Sembra una cosa da matti! Ma può essere uno scambio culturale interessante!

Questa è l’idea alla base di 20 day stranger, un’app, disponibile al momento solo per iPhone, che permette a due estranei di entrare in contatto via app e scambiarsi esperienze di vita, senza comunicare tra loro. Si tratta di un esperimento nato al Media Lab del MIT di Boston in collaborazione con il Dalai Lama Center for Ethics and Transformative Values.

Come funziona? Dopo l’iscrizione verrete accoppiati a un altro utente, e l'app invierà sia a voi che a lui informazioni su comportamenti e spostamenti utilizzando tutte le tecnologie presenti negli smartphone di ultima generazione. Potrete scambiarvi informazioni sui luoghi che visitate tramite Foursquare o Google Maps, ma niente di più. Durante questo periodo non conoscerete il nome del vostro partner e non potrete comunicare direttamente con lei/lui. Solo al ventesimo giorno, prima di concludere l’esperimento, vi è la possibilità di scrivere all’altro/a un solo messaggio, che sarà anonimo. Non preoccupatevi per la vostra privacy, perché nessuno, compreso lo staff, potrà sapere il vostro nome, nessuna delle attività verrà memorizzata né utilizzata per altri scopi e non vi sarà nessuno scambio di informazioni personali. Avverrà tutto nell’anonimato per entrambe le parti. “Lo scopo dell’esperimento è fare in modo che tra le due persone si sviluppino empatia e consapevolezza, aprendo una piccola finestra sulla vita di qualcun altro” ha dichiarato il responsabile del progetto Kevin Slavin.

 

Ti è piaciuto il nostro post? Forse potrebbe piacerti anche adottare un albero!

 

 



Pianta ora Scopri Treedom Business