Ethical Fashion Initiative e il progetto Beat of Africa

Oct 01, 2015 | scritto da:

Stampe esuberanti che colorano la silhouette, dettagli fantasiosi su linee sportive, tradizione e modernità: il progetto ‘Beat of Africa’, per il terzo anno consecutivo è stato uno dei protagonisti dell’ultima Vogue Fashion’s Night di Milano, grazie alla collaborazione tra Biffi Boutique, uno dei leggendari negozi di moda di Milano, ed Ethical Fashion Initiative, uno dei programmi di punta dell’International Trade Centre (ITC).

Biffi Boutique, per l’occasione, ha esposto le collezioni Primavera/Estate 2016 di quattro designer selezionati direttamente da Ethical Fashion Initiative: MaXhosa by Laduma (Sud Africa), Mimi Plange (US-Ghana), Sindiso Khumalo (Sud Africa) e Sophie Zinga (Senegal). Ogni stilista ha presentato, inoltre, un accessorio in edizione limitata venduto durante l’evento e i cui proventi sono stati devoluti in beneficienza all’Istituto Monzino, centro di ricerca per le malattie cardiovascolari.

 

 

Biffi ha presentato anche la collezione Primavera/Estate di Dent de Man, un marchio per metà ivoriano per metà britannico, famoso per le sue borse in pelle, realizzate in partnership con Ethical Fashion Initiative. Per questi designer questa iniziativa è stata una grande occasione di visibilità con lo scopo di far crescere il loro business ed espandere la lista dei loro distributori.

È questo, infatti, lo scopo di Ethical Fashion Initiative: scovare talenti nel continente africano, artigiani con esperienza, giovani promesse, che talvolta vivono in uno stato di povertà, farli crescere e avvicinarli all’industria globale della moda, rendendola così più equa e inclusiva. Il suo slogan è, infatti, “Nessuna carità, solo lavoro”.

Pianta ora Scopri Treedom Business