Famiglia cede terreni ai giovani per progetti di agricoltura sostenibile

Apr 07, 2015 | scritto da:

Sul sito del Consorzio della Quarantina, associazione per la terra a e la cultura rurale nel genovese è recentemente apparso un annuncio alquanto inusuale: la signora Lia ed il marito Franco, proprietari di numerosi terreni ereditati dalle rispettive famiglie, annunciano di volerli cedere gratuitamente (o tramite un affitto simbolico) ai giovani intenzionati a portare avanti progetti di agricoltura sostenibile.

Considerando i tempi che corrono e la consueta corsa all’oro che accomuna il genere umano questa scelta è risultata davvero sorprendente in quanto sembra essere dettata da un sincero amore per l’ambiente e da una particolare sensibilità nei confronti del problema della disoccupazione giovanile. La coppia ha dichiarato di voler portare avanti altri tipi di lavori e di non essere interessata, data anche l’età, ad attività di tipo agricolo ma di non voler comunque lasciare quei terreni abbandonati a se stessi quando ci sono migliaia di giovani che non hanno un lavoro e che potrebbero valorizzare quegli spazi se soltanto gli fosse data la possibilità di sviluppare dei progetti di agricoltura sostenibile.

Ecco l’annuncio:

Buongiorno,

Io e mio marito abbiamo dei terreni privati a San Desiderio, Calliano, Asti e altri in Toscana in provincia di Grosseto che ci sono stati lasciati dalle nostre famiglie. Visto che noi svolgiamo lavori totalmente diversi e che alla nostra età è impensabile un progetto di ritorno alla campagna, abbiamo pensato che sarebbe stato interessante cederli gratuitamente, o al massimo con un affitto simbolico di pochi euro all’anno, a dei giovani che abbiano un progetto di agricoltura sostenibile. Per noi e’ una pena sapere che quei terreni così tanto amati dai nostri genitori siano abbandonati, soprattutto in un periodo nel quale le nuove generazioni invece, hanno un bisogno estremo di lavoro!!!

Cordiali saluti

Lia Taddei

Questo appello ha riscosso un successo incredibile tanto che l’elevatissimo numero di mail arrivate alla signora Taddei ha spinto la famiglia a creare un sito con la descrizione dei terreni e con la possibilità di applicare inviando curricula e progetti che verranno valutati singolarmente. I vincitori, dunque, non saranno quelli che offriranno più soldi ma quelli che esporranno l’idea migliore: per una volta qualcuno ha deciso di premiare le idee, l’originalità e la sostenibilità ambientale invece del denaro.

Pianta ora Scopri Treedom Business