Fare l'orto con melanzane e peperoni

May 21, 2014 | scritto da:

Come fare un orto sinergico e coltivare melanzane e peperoni? Prosegue il nostro viaggio nella coltivazione di un orto: concludo il capitolo delle Solanacee, iniziato con come piantare i pomodori, parlando un po' delle melanzane e dei peperoni, che bene si adattano a rinnovare un ciclo colturale, essendo piante da rinnovo, e che quindi possono essere piantate nel nostro primo orto. Procediamo!

Come coltivare le melanzane


La Melanzana (Solanum melongena) può avere forma ovale, tonda o allungata; ve ne sono numerose varietà, ma perlopiù accomunate da simili esigenze climatiche e di cura. Predilige i climi temperato-caldi, ama le primavere dolci e le estati calde, teme invece il gelo e l’umidità. 

Come coltivare la melanzana? Il terreno deve essere profondo, ricco di sostanza organica, fertile e fresco. I terreni troppo compatti sono invece sfavorevoli, e pertanto sarà buona norma procedere a zappettature nei dintorni della pianta per arieggiare il substrato ed eliminare le infestanti.

Per quanto riguarda la consociazione di melanzane con altri ortaggi, è favorevole quella con finocchi, lattuga e cavoli. Suggerisco per motivi pratici di procedere trapiantando direttamente piantine di 7-10 cm a una distanza di 50 cm sulla fila e 60-70 fra le file.

Prima dell’allegagione (la fase di sviluppo dei frutti successiva alla fioritura) è bene mantenere un apporto idrico costante con innaffiature 3 volte la settimana. Successivamente invece l’operazione sarà ridotta ad una volta a settimana. Quando irrighiamo dovremo evitare di bagnare le foglie onde evitare lo sviluppo di malattie crittogamiche.

Quando le nostre piantine hanno superato i 25 cm di altezza, si cimano l’apice i germogli ascellari (come i pomodori). Successivamente si cimano gli apici dei getti laterali mantenendo per ogni ramificazione 2-3 fiori. Infine, la raccolta si fa scalarmente fino a settembre, prima della maturazione completa dei frutti che devono presentare la polpa ancora compatta.

Come coltivare i peperoni

Il Peperone (Capiscum annuum) si distingue in base alla forma (allungata, cilindrica, triangolare, quadrata, a sigaretta, etc.) al colore, che può essere giallo o rosso (tutti infatti sono verdi prima di maturare) e alla destinazione.

Per quanto riguarda le esigenze climatiche e di terreno, vale quanto suddetto per la melanzana, così come per il trapianto e le cure colturali (distanze, zappettature), sebbene per questa pianta sia ancor più importante mantenere costante l’apporto idrico (evitando sempre di bagnare le foglie) onde evitare lo sviluppo di frutti poco saporiti. 

La raccolta si fa scalarmente asportando le bacche che non hanno raggiunto una maturazione completa, a colorazione bianco-gialla o verde, ma con dimensioni idonee; oppure staccandole quando sono mature, ossia gialle o rosse.

C’è una curiosità che riguarda i peperoni: perché questo gustoso frutto tende ad essere così difficile da digerire? Questa caratteristica è dovuta alla pellicola esterna che ricopre la polpa, fatta di cellulosa pura (carta). Quest’ultima è ampiamente nutritiva per gli organismi che possiedono gli enzimi per digerirla (cellulasi) o che ospitano nel loro intestino batteri che lo fanno al posto loro, ma purtroppo noi non abbiamo questa possibilità. 

E quindi? Possiamo toglierla: mettiamo il peperone direttamente sul fuoco bruciando la “carta” finché il frutto non è totalmente annerito, quindi basterà metterlo sotto l’acqua lavandone via il rivestimento. Il primo peperone probabilmente si brucerà, ma in seguito andrà meglio.

Consociazione di melanzane e peperoni: è possibile?

Arrivati a questo punto è lecito chiedere: peperoni e melanzane si possono piantare vicini? Per realizzare un orto sinergico è importante sapere quali consociazioni possono funzionare. 

In realtà, come detto precedentemente, entrambe le coltivazioni crescono in perfetta sinergia con cavoli, fagioli e insalate. Per entrambi è sconsigliato l’abbinamento con pomodori e patate.

In conclusione,  che siano melanzane alla parmigiana o peperonate, possiamo dire che queste due Solanacee sono indispensabili per realizzare un orto degno di questo nome.

Ti è piaciuto l'articolo? Forse potrebbe piacerti anche adottare un albero!

Pianta ora Scopri Treedom Business