Fashion Revolution Day. Chi ha fatto i vestiti che indossi?

Jan 29, 2014 | scritto da:

 

Il 24 Aprile sarà già passato un anno dal disastro di Rana Plaza, in Bangladesh, costato la vita a molte persone che lavoravano in condizioni di schiavitù per pochi spiccioli.

Le tragedie di questo tipo nella moda esistono e non solo in paesi lontani dai nostri occhi: basti pensare a quanto accaduto a Prato solo un paio di mesi faPer combattere e denunciare situazioni simili è nato il Fashion Revolution Day, che si terrà appunto il prossimo 24 aprile e che si pone l'obiettivo di migliorare l'impatto umano ed ambientale del fashion business.

Un gruppo di leader del settore, attivisti, giornalisti ed accademici hanno unito le forze per indirlo. La moda deve valorizzare le persone, l'ambiente, la creatività e i profitti in egual misura: è responsabilità di tutti garantire che ciò accada. E non si parla solo di moda di lusso, ma anche dei vestiti che tutti noi indossiamo ogni giorno. Segnatevi il 24 aprile 2014 come l'occasione per celebrare la moda e la sua influenza positiva, aumentare la consapevolezza dei problemi più pressanti del settore e dimostrare che il cambiamento è possibile. Per il primo Fashion Revolution la domanda a cui devi rispondere è: “Chi ha fatto i vestiti che indossi?" Il cambiamento può partire da noi consumatori, facendo delle ricerche sui nostri brand preferiti, scoprendo così quali politiche di lavoro e di produzione attuano. Potete scoprire e sostenere la campagna Fashion Revolution Day sia su Facebook  che su Twitter.

 

Pianta ora Scopri Treedom Business