Garby e i rifiuti diventano buoni sconti

Feb 12, 2014 | scritto da:

 

Ebbene sì, anche l'Italia è un Paese che incoraggia il riciclo. L'abbiamo scoperto l'altro giorno quando, raccontando la bella avventura del riciclo in metropolitana a Pechino, un nostro attento lettore ci ha segnalato il progetto Garby, di cui io sinceramente non ero a conoscenza.

40 i Comuni che hanno già dato il via all'iniziativa: il progetto è stato adottato da 50 scuole e 160 supermercati. In questi edifici sono presenti gli eco-compattatori, speciali contenitori ideati per il riciclo chiamati appunto Garby. Come funziona? Introducendo nell'eco-compattatore oggetti di plastica e/o alluminio (naturalmente separati) viene rilasciato un buono sconto usufruibile negli esercizi locali aderenti. I buoni possono essere utilizzati per fare la spesa, o per avere uno sconto al ristorante o per raccogliere dei punti fedeltà al supermercato: il valore ecologico di Garby è indubbio se si pensa inoltre che si può arrivare a ridurre di ben 20 volte il volume dei rifiuti, dato che il processo non passa più per le discariche e non si fa quindi più uso degli inceneritori. Gli eco-compattatori sono eco-friendly al 100% e in questo primo anno di utilizzo si è stimato che il consumo di carburante necessario per il trasporto dei rifiuti si è ridotto del 10%, la quantità di plastica raccolta è invece aumentata del 4,5% facendo risparmiare alle amministrazioni cittadine i 10 Euro a tonnellata necessari per la suddivisione dei rifiuti. Gli eco-compattatori Garby possono contenere fino a 1000 bottiglie di plastica al giorno, funzionano in maniera automatica e sono svuotati fino a 3 volte al giorno; la loro particolarità è anche quella di essere ceduti, ai Comuni che li richiedono, in comodato d'uso. L'operatore ecologico concessionario che svolge la manutenzione di Garby guadagna l'80% della vendita dei rifiuti mentre il restante 20% è destinato alla ditta produttrice. Qual'è fin'ora il comune più eco-sostenibile? Il Comune di Narni, in provincia di Terni: i 20.000 abitanti, infatti, possono usufruire di ben tre Garby e l'Assessore all'Ambiente, Alfonso Morelli, ha dichiarato: “I soldi che il nostro Comune risparmia vengono utilizzati per sostenere altre attività eco-sostenibili, tra cui vanno ricordate la consegna gratuita di compostiere, una riduzione della tassa sui rifiuti per i cittadini che usufruiscono dell’eco-compattatore oppure per coloro che consegnano materiali ingombranti, quali gli elettrodomestici, direttamente presso la nostra piattaforma ecologica”. Entro la fine del 2014 verranno installati altri 600 Garby in tutta Italia. Nel vostro Comune c'è già?

Foto credits: www. denaro.it

 

 

 

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business