Green Carpet Challenge

Jan 16, 2016 | scritto da:

Mannaggia a lei. Pure brava e le piace il green. E adesso come si fa a non simpatizzare per lei almeno un pochino? Anche se ha rubato l’attore hollywoodiano Colin Firth alle fan, sposandolo nel 1997, l’italianissima Livia Giuggioli, ormai nota come Livia Firth, è una delle principali attiviste della scena mondiale in grado di coinvolgere marchi di alta moda, attori pluripremiati, ma soprattutto in grado di rendere l’eco-friendly sexy e appetibile, togliendoli quell’alone di noia e svecchiandolo assai.

Tutto nasce una decina di anni fa, quando apre, in quel di Londra, con il fratello Nicola, Eco-Age, un negozio che inizialmente vendeva soltanto oggetti di design per la casa, tutti rigorosamente realizzati con materiali riciclati, per poi allargarsi anche a gioielli, quadri e abiti, soprattutto abiti. Proprio da questi ultimi nasce l’idea del Green Carpet Challenge: far indossare a star del cinema eco-abiti di alta moda realizzati da stilisti di fama. Nel 2010, il marito Colin era stato nominato miglior attore protagonista per A single man: era l’occasione perfetta per far decollare il progetto.

In due anni il GCC è diventato un vero business arrivando a coinvolgere Gucci, Burberry, Armani, Moschino, Prada, Valentino. Per attori e attrici è un vero piacere indossare le creazioni e far parte alla rivoluzione del sexy eco star system. Oggi Eco-Age è una solida società di consulenza specializzata nel consentire alle aziende di crescere e aggiungere valore attraverso la sostenibilità, mentre il GCC è diventato il suo miglior canale di comunicazione.

Pianta ora Scopri Treedom Business