I grattacieli del futuro sono costruiti con il legno e rispettano l'ambiente

Mar 28, 2016 | scritto da:

Costruire un grattacielo? “Dimenticate l'acciaio e il cemento - afferma il visionario architetto canadese Michael Green - E passiamo al... legno”. Ebbene sì, il materiale per eccellenza di origine naturale si sta facendo strada nell'edilizia, non soltanto per la costruzione di abitazioni private, ma anche per edifici commerciali multi-piano capaci di sfiorare il cielo.

Sostenibilità ambientale, facilità di lavorazione, rinnovabilità, bellezza ed efficienza sono solo alcune delle ragioni che hanno spinto architetti e costruttori di tutto il mondo a scegliere il legno per realizzare opere di bioedilizia. L’ultima frontiera è stata superata in Canada, dove Michael Green (forse il cognome non è del tutto casuale) ha riprogettato un Empire State Building le cui componenti strutturali sono tutte interamente in legno.

A questo punto ti starai chiedendo: “E agli alberi chi ci pensa?”. Le massicce quantità di materiale necessarie alla costruzione di questi colossi verticali dell’urbanistica provengono da foreste gestite in modo responsabile e ad un tasso di utilizzo che garantisce il pieno rispetto dei valori ambientali, sociali ed economici, oggi e in futuro. I boschi offrono molti altri vantaggi, tra cui l'aria pulita e acqua, l'habitat per la fauna selvatica, prodotti di valore commerciale come il legno e l'occupazione per le comunità locali: se li gestiamo in modo responsabile possiamo ricavarne benefici senza comportare danni all'ecosistema. Gli alberi assorbono anidride carbonica dall'atmosfera man mano che crescono, producono ossigeno e, se tagliati nel modo corretto, sono in grado di rinnovarsi.

Pianta ora Scopri Treedom Business