I preservativi di erba e lattice

Feb 15, 2016 | scritto da:

Il sesso è bello e protetto lo è ancora di più. Per aiutarci ad arginare le malattie potenzialmente trasmissibili e a diffondere l'importanza di avere rapporti sicuri, ci aiuta Madre Natura (ah, meno male che c’è lei! Se no…bisognerebbe inventarla!).

Alcuni ricercatori australiani dell’Università del Queensland hanno infatti scoperto un modo per produrre profilattici più sottili, più resistenti e anche più flessibili di quelli attualmente disponibili sul mercato. Estraendo una particolare nanucellulosa da una varietà australiana di graminacea chiamata triodia, e aggiungendola come additivo al consueto lattice, hanno visto che le nuove nanoparticelle aggiunte miglioravano decisamente le proprietà del lattice.

Le novità che tutto ciò potrebbe apportare sono: una riduzione fino al 30% dello spessore dei preservativi, portandoli ad assottigliarsi tanto quanto un capello umano; una resistenza alla rottura migliorata del 20%; un prezzo decisamente inferiore rispetto all’attuale data la minor percentuale di lattice presente, rendendoli di conseguenza anche più a buon mercato. Questa scoperta potrebbe essere un primo e significativo passo avanti per superare il problema della poca sensibilità, ma soprattutto migliorare la sicurezza dei rapporti, riducendo le possibilità di rottura del condom e con essa anche la possibile trasmissione di malattie come l’HIV.

Pianta ora Scopri Treedom Business