Il Bonsai, di quasi 400 anni, sopravvissuto ad Hiroshima

Aug 07, 2015 | scritto da:

In un piccolo angolo arboreo di Washington DC, una reliquia di una giornata orribile di 70 anni fa vive in una relativo anonimato.

Un bonsai, parte di una collezione del National Arboretum, è arrivato al giardino nel 1976 come un dono di amicizia dal giapponese maestro bonsai Masaru Yamaki. Ma il passato dell'albero era sconosciuto al personale del museo fino al 2001, quando i nipoti di Yamaki lo hanno visitato e raccontato la sua storia: l'albero è sopravvissuto al primo attacco nucleare del mondo, accaduto 70 anni fa,  a Hiroshima, Giappone.

Il museo non ha trasmesso questa storia, ritenendo che la bellezza dell'albero e il fatto che fosse simbolo di amicizia tra i due paesi fosse più rilevante. Ma, nei giorni precedenti all'anniversario dell'evento orribile che cadeva ieri, un flusso costante di visitatori si è presentato al museo per osservare l'albero. Martedì scorso, il personale del museo ha aggiunto una descrizione sotto l'albero.

"Noi non volevamo giocare sull'idea della sua sopravvivenza a Hiroshima. E' solo un fatto della vita." In realtà, l'albero è sopravvissuto molto più: quasi 400 anni.

Pianta ora Scopri Treedom Business