Il land grabbing, il crowdfunding e Treedom

Apr 06, 2016 | scritto da:

Si chiama land grabbing ed è quella pratica per cui, ormai sempre più spesso, i terreni coltivabili vengono letteralmente strappati dalle mani delle comunità locali a favore di attività agricole industriali. In questo modo le monocolture prendono il sopravvento a discapito della biodiversità che sarebbe invece garantita dai raccolti locali. Non solo: ormai non si coltiva più per scopi alimentari, ma anche con l’obiettivo di produrre i cosiddetti biofuel. Questo comporta un maggiore sfruttamento della terra e, di conseguenza, anche dell’acqua necessaria per il suo mantenimento.

È a partire dall’assunzione di questo contesto che TerraProject, in collaborazione con Cécile Cazenave – giornalista e reporter francese specializzata in tematiche ambientali e sviluppo sostenibile, ha deciso di documentare, grazie al progetto Land Inc., l’epocale passaggio dall’agricoltura cosiddetta ‘famigliare’ a quella industriale.

Il viaggio che li ha visti attraversare il Brasile, l’Etiopia, l’Indonesia, il Madagascar, le Filippine e l’Ucraina diventa ora un libro fotografico la cui pubblicazione ha bisogno anche del tuo sostegno.

Da lunedì è infatti attiva su Indiegogo una campagna di crowdfunding con lo scopo di raccogliere i fondi necessari all’effettiva realizzazione di Land Inc. – the book: chiunque voglia contribuire (i pledge variano da un minimo di 15 a un massimo di 250 Euro) riceverà come ringraziamento anche un albero piantato da noi di Treedom nell’ambito di uno dei nostri progetti di riforestazione in Kenya.

 

Center of Madagascar, March 2013. A local seller of peanuts on the road between Antsirabe and Fianarantsoa.

 

Il libro offrirà un punto di vista unico ed esclusivo sulle conseguenze del land grabbing: la richiesta sempre più alta di terre fertili ha avuto – e continua ad avere – impatti ambientali potentissimi (e negativi) quali la deforestazione, l’aumento dell’inquinamento e una necessità sempre maggiore di controllo nei confronti delle risorse idriche.

Michele Borzoni, Simone Donati, Pietro Paolini e Rocco Rorandelli, le anime del collettivo TerraProject, amano definire il loro libro un progetto che si focalizza sul concetto di controllo: chi amministra la terra? Chi effettivamente la abita e la vive o chi, al contrario, può permettersi di investirci e farla diventare più fruttifera del necessario? E chi, di conseguenza, approfitta delle produzioni agricole: chi se ne occupa direttamente e ne ha effettivo bisogno o chi, invece, è in grado di venderne i risultati su scala mondiale e farci del profitto (industriale)?

Land Inc. – the book vuole offrire un’analisi e una riflessione su questo problema che coinvolge persone, interessi e terre su scala mondiale.

Per maggiori informazioni www.indiegogo.com/projects/land-inc-the-book-terres-a-vendre-le-livre--3#/.

Pianta ora Scopri Treedom Business