Il Larice. Gli alberi più longevi del pianeta

Nov 21, 2013 | scritto da:

La storia delle foreste più antiche del mondo è indissolubilmente legata alle vicissitudini che la nostra società ha conosciuto e ai cambiamenti che il Pianeta ha subito nel corso dei secoli. Gli alberi sono infatti le creature viventi più longeve della terra, con età che raggiungono facilmente i mille anni.

Già di per sè questa presenza millenaria esercita su di noi un fascino incredibile, ma è indubbio che ci sia qualcosa di quasi  fiabesco in un singolo albero in grado di stare da solo per millenni.

Questi eremiti millenari, sono stati testimoni dell’ascesa e della caduta di intere civiltà riuscendo, da soli, a sopravvivere a climi mutevoli e alla mano, quasi mai gentile, dell’uomo.

Settimanalmente “gireremo” il mondo alla scoperta di questi giganti buoni, pilastri della terra.

Oggi la nostra attenzione è per il Larice (chiamato in spagnolo Alerce o con la parola India lahuán).

Il Larice è il nome comune per la Fitzroya cupressoides, la specie arborea autoctona della Patagonia cilena, dove forma dei boschi (alerzales) che si erigono anche a 1500 m s.l.m.

Nel 1993 fu scoperto in Cile un antico esemplare vivente, la cui età è stata calcolata intorno ai 3640 anni.

Molti botanici reputano quindi questo larice il terzo albero più vecchio sulla Terra, dopo il pino Matusalemme del Nord America e l' Abete rosso.

Anche in Italia possiamo contare tre larici millenari presenti nella provincia di Bolzano.

Accanto a questi tre compagni, fino al 1930 quando fu abbattuto dal vento, esisteva un quarto larice: su di lui sono stati contati più di 2.000 anelli di accrescimento, segno inequivocabile dell’età millenaria delle piante che le rende, anche in Europa, le conifere più antiche.

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business