Il QR Code green del Museo Texture

Oct 30, 2015 | scritto da:

Quando qualche anno fa è stato introdotto il QR Code si è gridato all’innovazione anche se poi, nella realtà, l’uso che ne è stato fatto dagli utenti si è rivelato infinitamente meno diffuso di quel che si sarebbe forse sperato.

In Belgio però hanno trovato il modo di dare al QR Code nuovo lustro: il museo Texture di Cortrai, infatti, necessitava di uno spazio pubblico per i suoi visitatori. Così, in attesa che i lavori di riqualificazione dell’area antistante quelle espositive venga finalmente riadattata, lo Studio Basta e i Wagon-landscaping hanno ridisegnato il parcheggio della struttura facendolo diventare un enorme codice QR alternando a spazi verdi (quelli che nel code originario sono bianchi) mattonelle di cemento (ciò che nel QR è di solito nero, per capirci).

 

 

Il risultato è un giardino basato sul vero QR code che permette di accedere alle informazioni sul museo e può essere un’idea riutilizzabile anche in altri spazi, per altre realtà.

Pianta ora Scopri Treedom Business