In Cina un'antica città allagata diventa attrazione turistica

Feb 18, 2014 | scritto da:

 

Il lago Qiandao nella provincia di Zhejiang, in Cina, da alcuni giorni è diventato improvvisamente famoso. Il perchè? Sotto la superficie delle sue acque si estende un' intera città che fu sommersa per creare una centrale idroelettrica nel 1959. Lion City, che era stata costruita più di 1.000 anni fa, sorgeva vicino alla catena montuosa “Five Lion”, da cui prendeva il nome: nonostante la sua ricca storia, fu allagata per creare un bacino che si estende per oltre 573 km2. 

La città si trova ad una profondità di 26- 40m sott'acqua e dona agli scienziati e gli archeologi uno sguardo approfondito sulla vita nell'antica Cina. Molte delle sculture in pietra, come i leoni guardiani che erano sparsi intorno alla città, i templi e le case, sono ancora perfettamente intatte.

Dal 2001, anno in cui sono iniziate le esplorazioni subacque,  c'è un continuo afflusso di turisti e sono in molti ad organizzare vere e proprie gite per il sito durante tutto l'anno. Addirittura è stato costruito un sottomarino speciale per fornire visite guidate della città, ma deve ancora essere "battezzato" a causa di restrizioni locali e sopratutto per paura di danneggiare i resti storici.

La città sommersa è innegabilmente straordinaria, ma è importante ricordare che lo stesso governo cinese è causa del suo allagamento, insieme ad altre 3 grandi città: furono sommersi infatti un totale di 27 comuni, 1.377 villaggi, quasi 50.000 ettari di terreni agricoli e 290.000 persone persero la loro casa per la creazione dell'impianto idroelettrico di cui parlavo sopra. 

Retroscena di un'odierna Atlantide che forse rendono meno sognante il suo "ritrovamento".

Photo Credits: travel.fanpage.it

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business