Incredibili innesti ossei realizzati con il corallo del mare

Nov 11, 2014 | scritto da:

Gli innesti ossei sono operazioni delicatissime che spesso possono avere delle imperfezioni sia per la possibilità di complicazioni chirurgiche sia per gli elevati tempi di recupero. Da sempre la ricerca si adopera per trovare soluzioni alternative di tipo sintetico e la risposta definitiva potrebbe arrivare proprio da mare. Infatti, un gruppo di ricercatori della Swansea University nel Regno Unito sta seriamente studiando la fattibilità di realizzare innesti ossei tramite il corallo sulla scia di un’idea che è presente nel mondo della medicina già da 25 anni, da quando il medico Rodney White, appassionato di immersioni, si rese conto che i due materiali non sono molto diversi tra loro dal punto di vista molecolare.

 

Il corallo, infatti, è costituito da carbonato di calcio ma tramite calore, acqua e fosfati può essere convertito in idrossiapatite, lo stesso tipo di carbonato di calcio delle ossa. Il primo esperimento di White non ebbe un buonissimo esito ma i ricercatori della Swansea University sembrano aver risolto il problema perchè, come si legge sulla rivista Biomedical Materials, sono riusciti a scoprire che il carbonato di idrossiapatite/calcio (Chacc) è completamente biodegradabile; infatti, a seguito di vari test compiuti sui pazienti, si è scoperto che dopo due anni il Chacc era già completamente biodegradato. L’unica macchiolina nera di questa scoperta proviene dalla natura stessa e riguarda l’effettiva scarsità di coralli presenti nel loro habitat: la maggior parte dei coralli dei Caraibi potrebbe sparire da qui a venti anni a seguito della pesca eccessiva, dell’inquinamento, del riscaldamento e dell’aumento di acidità degli oceani dovuto al sempre maggiore assorbimento di CO2. Ma questa scoperta medica di grande valore ha comunque portato alla nascita di aziende specifiche come le israeliane OkCoral e CoreBone, che coltivano coralli tramite una speciale metodologia minerale bioattiva in grado di renderli adatti agli innesti.

Ti è piaciuto il nostro post? Forse potrebbe piacerti anche adottare un albero!

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business