Kiri è l'albero che assorbe più quantità di CO2

Apr 24, 2014 | scritto da:

L'albero di Kiri assorbe la CO2 fino a dieci volte di più rispetto agli altri alberi: lo sapevi? L'albero di Kiri cresce notevolmente in fretta, in genere arriva a misurare nel primo anno di vita fino a 10-12 metri, e la sua capacità di assorbire carbonio gli consente, nella piena maturità, di stoccare oltre due tonnellate di CO2.

Il Kiri, o anche Paulownia tomentosa o albero dell'imperatrice, sta ultimamente balzando agli onori della cronaca grazie a queste sue incredibili capacità che diverse aziende australiane e statunitensi stanno iniziando a sfruttare.

Ma tutto questo è solo un gran polverone per pubblicizzare questo albero, o il Kiri è veramente un "supertree"? Permettetemi di presentarvi il Royal Paulownia.

Le antiche origini della Paulownia Tomentosa

L'albero imperatrice, già dal nome ci fa capire che si tratta di una pianta molto speciale. Infatti, trova radici della sua storia presso il popolo cinese che fu il primo a stabilire una tradizione a lei collegata: solitamente il Kiri veniva piantato quando nasceva una bambina. Di seguito, quando questa si sposava, l'albero diventava uno strumento musicale, o zoccoli e mobili di pregio che l'avrebbero accompagnata nella nuova famiglia. 

Una leggenda russa invece vuole che l'albero sia stato chiamato Royal Paulownia in onore della principessa Anna Pavlovnia, figlia dello Zar di Russia Paolo I. Quindi, culture diverse hanno da sempre avuto un occhio di riguardo per il Kiri.

Perché piantare un albero di Kiri?

Ecco alcuni motivi interessanti per piantare, se ne avete la possibilità, un Kiri:

  • Oltre ad essere un albero davvero molto bello, il suo tronco non si deforma o crepa ed è resistente al fuoco;
  • Si tratta di una pianta che cresce molto velocemente;
  • Dalle sue foglie e i suoi fiori si possono ricavare medicinali e mangime per il bestiame. Inoltre, la sua fioritura produce grandi quantità di nettare per le api;
  • Ha funzione di frangivento (data l'ampia e folta chioma) e capacità fitodepurative;
  • Come dicevamo all'inizio del post, il Kiri è l’albero che assorbe più CO2. Ne assorbe in quantità molto importanti anche grazie alla sua velocità di crescita.

Ti è piaciuto l'articolo? Forse potrebbe piacerti anche adottare un albero!

Pianta ora Scopri Treedom Business