L'auto vintage diventa elettrica: il progetto Vintage New Life

Jan 23, 2017 | scritto da:

Gli appassionati d’auto d’epoca forse conosceranno il nome di Denis Naletto. È un esperto meccanico, ma soprattutto è un meccanico molto apprezzato. Per la sua cura e dedizione verso storiche e pregiate automobili e per la sua costante voglia d’innovazione. L’officina di Denis, la Vintage Garage, si trova a Lozza, un paesino che è italiano solo per una questione di pochi chilometri: lì accanto c’è il confine con la Svizzera. L’esperienza e la bravura che l’hanno reso celebre sono arrivate dopo anni passati a regalare una nuova vita a Ferrari, Rolls Royce, Maserati e Bentley. Le soddisfazioni invece sono arrivate trovando spazio su riviste e a manifestazioni importanti. 

Poteva già considerarsi arrivato così, invece nel 2014 – tra chi inneggiava alla crisi e chi la subiva – Denis fonda Vintage Garage per regalare un servizio completo di restauro delle auto d’epoca, ripristinando la loro originaria bellezza e tutte le funzionalità. Non contento nel 2016, si rinnova nuovamente aprendosi al mercato, ancora tutto da scoprire, della mobilità elettrica, coniugando il fascino delle vetture del passato con le più moderne tecnologie compatibili con l’ambiente. Ecco il progetto Vintage New Life, in grado di trasformare una vettura in una vettura elettrica.  

La prima macchina a entrare nel garage di Denis e a testare l’ebbrezza di questo cambiamento è stata una Fiat 500 del 1973, il simbolo più conosciuto nel mondo dell’Automotive italiano. Oggi è gelosamente custodita in officina e usata per mostrare a tutti i potenziali clienti le funzionalità del nuovo sistema installato.

Come avviene la trasformazione? Innanzitutto, la scatola del cambio non viene rimossa, mantenendo così il piacere della guida tradizionale. Per il passaggio ‘di natura’ vi è un kit, messo a punto dallo stesso Denis, disponibile in diverse tipologie a seconda del peso della vettura e della durata dell’autonomia. Per la Fiat 500 il kit ha un’autonomia che può variare da 100 a 300 chilometri con una ricarica (un quantitativo ottimale e già sufficiente, se si pensa che generalmente in Europa una vettura percorre tra i 50 e i 60 chilometri al giorno). Le batterie possono essere noleggiate in modo da avere sempre le più recenti e i tempi di ricarica variano da circa 6 ore con una normale presa di corrente a 3 ore se si usa una presa industriale, mentre ne servono solo 45 minuti se si usa una colonnina specifica per le auto elettriche. 

Vantaggi? Tanti. Risparmio sul costo del carburante (una ricarica completa costa meno di un litro di benzina), esenzione del bollo, abbattimento dei costi dell’assicurazione sino al 50%, ma anche della manutenzione. Niente più cambio olio e filtri, libera circolazione in caso di blocco del traffico per inquinamento atmosferico; e – ovviamente – si inquina molto molto meno

Vintage Garage punta in alto e pensa in grande: il più ambizioso obiettivo è il sogno nel cassetto di Denis Naletto, restauratore e innovatore attento all’ambiente, ossia realizzare un’auto elettrica capace di funzionare senza batterie, cosa che, dicono al garage, è teoricamente possibile. Serve solo ancora un po’ di lavoro e di tempo per poter realizzare un prototipo.


Pianta ora Scopri Treedom Business