L'imballaggio commestibile e biodegradabile è fatto con il latte

Aug 31, 2016 | scritto da:

Arriva un materiale per imballaggio commestibile, biodegradabile e non inquinante: una nuova pellicola per alimenti fatta a partire dal latte che, in un futuro non troppo lontano, renderà la plastica un brutto ricordo. A realizzare gli imballaggi 'green' di nuova generazione ci ha pensato un team di ricercatori del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti con a capo Peggy Tomasula e Laetitia Bonnaillie che, durante il congresso della Società Americana di Chimica (ACS) a Philadelphia, hanno presentato i risultati dei primi test di sperimentazione effettuati.

La nuova pellicola fatta con le proteine del latte è molto efficace nel bloccare l'ossigeno, garantendo una migliore conservazione dei cibi nella catena della distribuzione e riducendo di conseguenza gli sprechi. Si calcola infatti che queste pellicole di origine naturale blocchino il contatto dei cibi con l'ossigeno con un'efficacia 500 volte maggiore rispetto alla plastica, risolvendo anche uno dei maggiori problemi legati a questo materiale, vale a dire l'accumulo di tonnellate di rifiuti non biodegradabili che occupano le discariche per anni.


Il nuovo imballaggio, che all'inizio sembrava troppo sensibile all'acqua, è stato potenziato con la pectina estratta dai limoni che l'ha reso più resistente all'umidità e alle alte temperature e anche il sapore, che al momento non è proprio un granché, potrà essere migliorato con l'aggiunta di additivi, nutrienti e vitamine. La fase di produzione è già cominciata, anche se è appena agli inizi, con una prima linea di produzione avviata in una piccola azienda texana, ma già altre imprese stanno mostrando interesse per i nuovi imballaggi, tanto che i ricercatori prevedono che le prime pellicole al latte possano arrivare sul mercato nell'arco dei prossimi tre anni. Tra le prime applicazioni c'è il confezionamento di cibi in porzioni singole e la possibilità di applicare la plastica derivata dal latte come uno spray su cibi meno resistenti al contatto con l'umidità, come ad esempio i cereali.

Pianta ora Scopri Treedom Business