L’impegno green di Puma: dal packaging eco sostenibile al primo eco-store

Oct 19, 2014 | scritto da:

 

La nota azienda Sportlifestyle qualche anno fa si è posta la mission di “diventare l’azienda più desiderabile e sostenibile” - afferma Franz Koch, il CEO di Puma - e fare di questo il suo vantaggio competitivo. Puma si sta ponendo come un’azienda consapevole del fatto che la trasparenza e l’attenzione all’ambiente siano valori sempre più importanti ai giorni nostri, infatti il brand sta portando avanti soluzioni green su più fronti. Internamente sta realizzando ricerche ambientali per adottare misure in grado di ridurre l’impatto ambientale del suo business e della sua produzione, e per rendere questo suo impegno ecologico evidente anche ai suoi consumatori, sta investendo nella definizione di manovre “esterne”. Rientra in queste iniziative l’ideazione di un packaging innovativo per i suoi prodotti, il “clever little bag”, disegnato da Yves Béhard di Fuseproject . Sostituire la scatola in cartone delle scarpe con un tessuto multi-uso ridurrà l’uso di 8500 tonnellate di carta, 20 milioni megajoule di elettricità ed 1 milione di litri d’acqua, oltre a ridurre l’emissione di anidride carbonica di 10 mila tonnellate. Numeri importantissimi!

Ma non è tutto! Nel 2012 Puma inaugura in India il suo primo Eco-store. La struttura del negozio è realizzata in acciaio riciclato e recuperato da vecchi lettori DVD, biciclette e scatole di metallo, la temperatura interna è mantenuta costante sui 24 gradi, grazie ad uno strato isolante e alla dissipazione del calore in eccesso nel terreno così da fare a meno dell’aria condizionata. Il 100% dell’energia elettrica necessaria è prodotta da un impianto fotovoltaico che produce 10.384 kWh di energia all’anno, mentre all’interno del punto vendita i mobili sono stati realizzati in legno riciclato. Il grande impegno di Puma sia d’esempio per tutte quelle aziende che non hanno ancora compreso la necessità ed i vantaggi di responsabilizzarsi nei confronti dell’ambiente.

Ti è piaciuto il nostro post? Forse potrebbe piacerti anche adottare un albero!

 

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business