L'Olanda mette al bando i veicoli a benzina

Apr 10, 2016 | scritto da:

Che l’Olanda sia sempre in testa alle classifiche come uno dei paesi ideali nei quali vivere, all’avanguardia non solo dal punto di vista lavorativo, ma anche per gli stili di vita, è risaputo. Ma notizia di pochi giorni fa, è che un altro pro si aggiungere alla lista del ‘perché vivere in Olanda è un’ottima scelta’.

È infatti iniziato l’iter legislativo che entro il 2025 metterà al bando tutti i veicoli con motore a combustione interna a favore di quelli elettrici. Proposto dal Partito Laburista PvdA e sostenuto anche dai rappresentanti dei Liberal Democratic D66, dei verdi GroenLinks e dei partiti ChristenUnie, SP e Kuzu/Ozturk, il provvedimento che porterà all’eliminazione di tutte le auto con alimentazione a benzina e gasolio ha già avuto una prima approvazione in Parlamento.

Fortemente contraria a esso invece è la destra VVD che ha osteggiato la norma. Il Paese dei mulini a vento è il primo nell’Unione Europea a rompere gli indugi sul tema, ma questa non è la sua prima scommessa green. L’Olanda è da sempre, infatti, una delle nazioni più attive in tema di difesa dell’ambiente. Nel 2013 il governo si è battuto e ha imposto l’isolamento termico degli edifici per meglio razionalizzare i riscaldamenti abitativi e per favorire una forte riduzione delle emissioni di CO2. Giusto qualche mese fa, nel dicembre 2015, ha dato inoltre il via alla Zero-Emission Vehicle Alliance assieme a Germania, Regno Unito, Norvegia, British Columbia, California, Connecticut, Maryland, Massachusetts, New York, Oregon, Québec, Rhode Island e Vermont.

L’obiettivo dei Paesi che ne fanno parte è di arrivare entro il 2050 alla vendita esclusiva di auto a emissioni zero. A quanto pare, però, l’Olanda ha stretto la corda e al traguardo arriverà per prima e con molto anticipo rispetto agli altri. Eppure, il Ministro degli Affari Economici Kamp considera il percorso intrapreso solo una lotta contro proprio quei mulini che contraddistinguono il paesaggio, come direbbe Don Chisciotte. Secondo Kamp si potrebbe ipotizzare che entro 10 anni la quota di mercato delle macchine elettriche cresca fino al 15%, ma non oltre. Più una provocazione, dal punto di vista del ministro quindi, che una reale possibilità di rendere fuorilegge le auto alimentate a combustibili fossili. Ma ciò non toglie che il dibattito nei Paesi Bassi sia ormai aperto e avviato: un modo anche per avvertire le case automobilistiche che è giunto il momento di produrre veicoli alimentati da carburanti green o con energia alternativa.

Pianta ora Scopri Treedom Business