L'uomo e la natura si incontrano nelle immagini di Ryan McGinley

Feb 28, 2016 | scritto da:

Uomo e natura: due realtà inscindibili. È quello che prova a mostrare nelle sue immagini un giovane fotografo statunitense, Ryan McGinley, uno tra i più influenti del panorama internazionale.

Le sue bellissime fotografie arrivano per la prima volta anche in Italia, alla GAMeC, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo. La mostra, attiva fino al 15 maggio 2016 si intitola 'The Four Seasons' e propone 40 foto, allestite seguendo il ritmo delle stagioni.

L’artista ha viaggiato lungo tutto il continente americano, ricercando le location migliori che idealmente compongono la quadrilogia dei diversi periodi dell’anno, indagando attentamente il paesaggio dove ambientare il rapporto tra uomo e natura. McGinley ha letteralmente immerso i suoi giovani modelli nella natura panica e primordiale: imponenti paesaggi innevati, stalattiti, grotte di ghiaccio, bufere di neve, distese di prati verdi, fonti d'acqua, canneti, arbusti, tempeste, boschi e deserti. Chiare dunque le tematiche principali delle sue opere: la giovinezza, la libertà, l’edonismo, lo spirito vitale e, cosa ancora più importante, il rapporto tra uomo e natura. Nelle sue immagini si coglie la forza e il fascino delle ambientazioni nelle quali le figure sono immerse, inserite armoniosamente all'interno della natura pensata sempre in termini di colori e di forme. I modelli maschili e femminili che abitano i paesaggi sono creature innocenti, nude, che sembrano vivere in un paradiso terrestre. Il tutto amalgamato in un perfetto equilibrio.

 

Pianta ora Scopri Treedom Business