La casa sull'albero dei nostri sogni di Peter Bahouth

Nov 10, 2014 | scritto da:

L'architetto americano e ambientalista Peter Bahouth ha costruito, in un boschetto di Atlanta, una casa sull'albero. Dispone di tre camere che sono collegate fra loro da ponti sospesi e l'spirazione proviene dai ricordi d'infanzia. "Quando avevo 6 anni, avevo una casa sull'albero. Era il mio regno e nessuno mi diceva cosa fare. Passati gli anni mi sono seduto e ho pensato a come avrei voluto ora la mia nuova casa sull'albero ", spiega l'architetto .

Ciascuna camera è montata su un albero separato e sono collegate tra loro mediante ponti sospesi: una si chiama mente, la seconda corpo e la terza anima. Le priorità di Bahouth erano quelle di causare il minimo impatto ambientale: per farlo non ha tagliato nessun albero e ha utilizzato ampie finestre.

La casa ha tutti i comfort e ogni sezione ha uno scopo diverso. Nella mente, per esempio, c'è una grande biblioteca. La camera da letto dispone di un letto speciale che "scivola" fuori per ottenere una migliore visione della foresta. Per la costruzione ci sono voluti sei mesi per sei settimane. 

Ti è piaciuto l'articolo? Forse potrebbe piacerti anche adottare un albero!

Pianta ora Scopri Treedom Business