La fantastica storia della bambina amica dei corvi

Mar 12, 2015 | scritto da:

Di favole ne abbiamo sentite tante, ma questa è davvero magica!

C’era una volta una bambina di otto anni di nome Gabi Mann che viveva a Seattle con la sua famiglia.

Gabi era una bambina pasticciona e fin da piccola lasciava cadere le briciole della merenda in giro per il giardino di casa e per le stradine del suo quartiere. Con il passare del tempo i corvi, che vivevano sugli alberi nei dintorni, notarono le delizie che Gabi si lasciava dietro passeggiando e iniziarono ad aspettarla ogni giorno. Quando Gabi iniziò a prendere il pulmino per andare a scuola mangiando la sua deliziosa colazione i corvi iniziarono a mettersi in fila alla fermata dello scuolabus aspettando di raccogliere le briciole.

Crescendo Gabi cominciò a dar loro da mangiare, condividendo la merenda con i corvi lungo la strada e trasformando il suo giardino in un piccolo parco per gli uccelli, con le vaschette per il bagno, piccole piattaforme per il cibo e piante adatte a loro. I corvi iniziarono ad allinearsi la mattina presto sui fili del telefono in attesa del pasto, stringendo nel becco piccoli doni di ringraziamento per la straordinaria bambina. Nelle vaschette del giardino iniziarono a comparire pezzi di bigiotteria, viti, monetine, cerniere, pietre levigate, pezzi di Lego e spago. Tutti regali estremamente preziosi per Gabi, che li classifica in appositi contenitori.

Secondo John Marzluff, docente di scienze della fauna selvatica presso l’Università di Washington, non è insolito stringere un rapporto di fiducia con i corvi. Ma ricevere dei regali è talmente raro da essere una vera e propria magia.

Photo credits: womansday.com

Pianta ora Scopri Treedom Business