La farina di caffè tra recupero e sostenibilità

May 31, 2017 | scritto da:

Caffè macchiato, caffè ristretto, caffè lungo, marocchino, espresso. Esistono tantissimi tipi di caffè e innumerevoli modi diversi di berlo ma, mentre tutti sappiamo che la famosa bevanda che ogni mattina ci dà la carica giusta per iniziare la giornata ha avuto origine da qualche parte in America Latina o forse in Asia o in Africa, è facile dimenticare che proviene in realtà da un frutto, una piccola bacca rossa che sembra un incrocio tra una ciliegia e un mirtillo.

Il lungo processo di lavorazione che permette alle bacche di assumere le sembianze del caffè prevede diverse fasi e funziona all'incirca così: il caffè viene coltivato in aree montuose, viene raccolto a mano, selezionato e la polpa indesiderata della bacca (più della metà) viene rimossa e scartata. Per ogni 50 chili di bacche di caffè raccolti da un lavoratore si ottengono all'incirca solo 10 chili di chicchi di caffè e le enormi quantità di polpa creata come sottoprodotto possono causare problemi ambientali se non vengono smaltite correttamente.

La startup statunitense CoffeeFlour, però, ha trovato un modo per creare valore economico, sociale e ambientale da quello che di solito viene considerato un prodotto di scarto e lo ha trasformato in una risorsa preziosa. La polpa in eccesso, altrimenti destinata alla discarica o peggio ancora ad inquinare fiumi e fonti idriche, viene lavata, stabilizzata e poi asciugata prima di essere macinata per creare un prodotto alimentare autonomo: la farina di caffè.


Apparentemente molto simile al caffè macinato, la farina di caffè ha un sapore fruttato che si addice molto bene alla preparazione di torte, salse e cocktail, è senza glutine, vanta delle qualità nutrizionali abbastanza impressionanti con elevati livelli di fibre, proteine, ferro, potassio e calcio e possiede lo stesso contenuto di caffeina del cioccolato fondente. Anche se l'industria del caffè è un'impresa enorme, la maggior parte dei produttori di caffè in tutto il mondo sono agricoltori di piccole dimensioni, pertanto un'iniziativa come questa è un modo efficace per avere un impatto diretto sulle vite delle persone e sull'ambiente. La produzione di farina di caffè garantisce minori sprechi organici, produce redditi supplementari sicuri e sostenibili per i coltivatori di caffè e favorisce la creazione di posti di lavoro per la popolazione locale


Pianta ora Scopri Treedom Business