La margherita e l'ingannevole gioco del "m'ama o non m'ama"

Jan 06, 2015 | scritto da:

La margherita è un fiore primaverile inevitabilmente associato all’amore per la storia del “m’ama non m’ama” che almeno una volta nella vita tutti abbiamo fatto, ma questo innocente giochetto deve pur derivare da qualche leggenda e affondare le sue radici in qualche periodo della storia. Infatti la margherita è un fiore fortemente legato al simbolismo amoroso già a partire dall’antichità: nel Medioevo le dame dichiaravano pubblicamente il proprio amore verso i cavalieri cingendo i loro blasoni con due margherite, mentre se queste venivano poste sul capo della donna voleva dire che essa non ricambiava il sentimento del proprio corteggiatore.

Simbolo del rinnovamento della natura primaverile, di grazia e di candore la margherita è da sempre legata all’amore pudico ed innocente tipico della giovinezza e dell’amor cortese medievale, quindi l’usanza di staccare ad uno ad uno i petali bianchi della margherita di campo che da tempo memorabile tutti fanno per accertarsi di essere ricambiati in amore potrebbe derivare proprio da questo simbolismo di origine medievale oppure da una ben precisa leggenda riguardante la regina di Francia Margherita di Provenza. Si narra che ella usasse sfogliare i petali di una margherita per assicurarsi che il marito, Luigi IX, prigioniero dei Saraceni, tornasse vivo; la regina staccava i petali per contare i giorni fino al ritorno del marito e quando quest’ultimo tornò, ella gli consegnò tutti i petali di margherita che aveva staccato e conservato a testimonianza del suo amore sincero e costante. In realtà l’usanza del “m’ama non m’ama”, oltre ad essere un semplice gioco, non è neppure statisticamente attendibile perché la probabilità di ricevere un responso favorevole riguardo al sentimento dell’amato/a è molto più alta rispetto a quella di ricevere una risposta negativa. La margherita infatti, per motivi biologici, ha un numero di petali che appartiene alla serie di Fibonacci, dove i numeri dispari sono circa il doppio di quelli pari. È chiaro che se il numero dei petali è dispari e si inizia a staccare il primo petalo con “m’ama”, l’ultimo petalo darà come responso necessariamente un altro “m’ama”. Sarà per questo piccolo ed innocente inganno che la margherita porta fortuna agli innamorati?

Pianta ora Scopri Treedom Business