La mobilità sostenibile di Askoll

Oct 11, 2015 | scritto da:

In Italia, e in Europa in generale, il concetto di mobilità sostenibile si sta facendo sempre più presente.

Nonostante sia ancora complicato introdurne l’uso quotidiano, la bicicletta comincia a diventare una delle vere alternative al trasporto pubblico o a quello per così dire ‘privato’ (auto e motorini).

Oltre alla classica bicicletta - quella che, per intenderci, funziona solo e solamente se tu pedali – anche quella elettrica si sta affermando nel panorama dei mezzi di locomozione urbani. Al di là dell’estetica, ciò che conta, in questo caso, è il buon funzionamento della batteria. Askoll, azienda vicentina specializzata da oltre 30 anni nella produzione di motori elettrici e componenti che trovano applicazione soprattutto nel settore degli elettrodomestici e degli impianti di condizionamento e di riscaldamento, ha recentemente lanciato una gamma di veicoli elettrici per la mobilità sostenibile, tra cui la bicicletta a pedalata assistita e lo scooter elettrico.

 

 

Qui qualche numero associato ai prodotti Askoll:

  • i costi per le ricariche ogni 100 km vanno da 5 centesimi di euro per la bicicletta a 30 centesimi di euro per il motorino, a cui si aggiungono i risparmi derivati dal taglio dei costi quali il bollo, l’assicurazione e la revisione.
  • si calcola inoltre che lo scooter Askoll sarà in grado di ridurre l'emissione indiretta di CO2 fino al 90% rispetto a un comune motorino endotermico;
  • la silenziosità del mezzo contribuirà ad abbassare l’inquinamento acustico, tipico delle città congestionate dal traffico.

 

Per maggiori informazioni http://mobility.askoll.com/.

Pianta ora Scopri Treedom Business