La Norvegia salva l’Amazzonia

Sep 28, 2015 | scritto da:

Cosa serve per salvare l’Amazzonia? Un miliardo di dollari. Questa è la cifra che nel 2008 la Norvegia ha deciso di versare al Brasile fino al 2015, a patto che quest’ultimo si impegnasse a ridurre drasticamente il ritmo della deforestazione del grande 'polmone della Terra'.

Il Brasile, dal canto suo, è riuscito a salvaguardare questo prezioso territorio facendo scendere i tagli alla foresta vergine del 75 per cento. La Norvegia completerà la donazione il prossimo dicembre, in occasione della Conferenza sul Clima di Parigi, con un ultimo versamento di 100 milioni di dollari al Fundo Amazonia, un fondo speciale creato appositamente dall’ex presidente del Brasile Lula.

Con questo denaro il Brasile è riuscito a riformare le sue norme ambientali ottenendo la collaborazione degli amministratori locali, salvando così dalla deforestazione circa 53 mila chilometri quadrati di Amazzonia, quanto 14 milioni campi da calcio.

La Norvegia, sulla base del successo brasiliano, ha stretto accordi anche con la Tanzania, l’Indonesia e la Liberia. Grazie all’iniziativa il ministero del Clima e dell’Ambiente norvegese ha donato alla Norway’s International Climate and Forest Initiative circa 300 milioni di euro contribuendo così a contrastare i cambiamenti climatici.

La Norvegia - fa sapere l’agenzia di stampa Reuters - è intenzionata ad estendere il suo impegno ed il suo contributo economico contro la deforestazione anche nei prossimi anni. Sarà che ha compreso che a contrastare i cambiamenti climatici ci guadagniamo tutti.

Pianta ora Scopri Treedom Business