La spettacolare luminiscenza del plancton

Dec 09, 2014 | scritto da:

Ritrovarsi in un’isola o in una spiaggia deserta bagnata dalle acque dell’Oceano quando scende la sera e quando non esiste alcun tipo di illuminazione oltre a quella delle stelle può rivelarsi uno spettacolo mozzafiato grazie alla presenza del Plancton.

Il Plancton riesce ad illuminare le acque vicino a riva e il bagnoasciuga con la sua forte fosforescenza in luoghi completamente bui ed isolati regalando immagini sensazionali: l’esperienza di camminare a piedi nudi sulla riva di un mare fosforescentie lasciando impronte luminose con i propri piedi è una sensazione indimenticabile.

Il plancton è una categoria ecologica che comprende gli organismi, vegetali e animali, che stanno alla base della catena alimentare marina e che, non essendo in grado di dirigere il loro movimento autonomamente, vengono trasportati dalle correnti (la parola plancton, infatti, deriva dal greco planktos che significava “vagabondi”). Il plancton dunque è una categoria formata da organismi diversi tra loro perchè comprende microorganismi come protozoi o piccole alghe, larve, piccoli crostacei, ma anche meduse e alghe pluricellulari, quindi la biodiversità all’interno di questa categoria è molto spiccata ma anche la varietà di creature marine che si nutre di plancton è molto numerosa e differenziata: sembra incredibile ma un animale come lo squalo balena, il pesce più grande del pianeta, si nutre esclusivamente di plancton, alla stessa maniera di vongole e coralli. Il plancton può essere classificato in due tipi fondamentali: il fitoplancton che comprende piante microscopiche che restano in superficie perchè hanno bisogno della luce solare per la fotosintesi e lo zooplancton che invece comprende le formi animali come vermi, meduse, protozoi e piccoli crostacei. Il plancton si illumina secondo un processo chiamato di bioluminescenza per una forma di auto difesa e secondo uno studio del biologo marino Woodland Hastings della Harvard University nella membrana cellulare dei dinoflagellanti (alghe microscopiche contenenti clorofilla) vi sarebbe una particolare conformazione a canale che risponde a segnali elettrici e che potrebbe essere alla base del meccanismo che consente ai microorganismi di produrre luce.

Pianta ora Scopri Treedom Business