La storia di Jia e Jia che piantano alberi in Cina nonostante la loro disabilità

Jul 01, 2016 | scritto da:

Villaggio di Yeli, periferia di Pechino. In questa zona della Cina vivere è difficile: un costante cielo grigio si staglia sopra le teste di tutti, fabbriche e inquinamento hanno modificato l’ecosistema, l’acqua del fiume non è limpida ormai da tempo e pesci e uccelli che non sono morti, hanno deciso di migrare verso altre zone. Vivere qui diventa ancora più difficile se si è colpiti da una disabilità: gli ostacoli raddoppiano, mentre i modi per aggirarli si dimezzano.

Lo sanno molto bene Jia Wenqi e Jia Haixia, disabili anche se non dalla nascita, ma soprattutto amici da sempre. Wenqi ha perso l’uso delle braccia da bambino, Haixia è rimasto cieco per un incidente sul lavoro. Uno diventa gli occhi dell’altro e l’altro diventa le braccia del primo per tornare a essere completi. Insieme sono diventati un team capace di sostenere in maniera indipendente le vicissitudini quotidiane, ma più di tutto sono riusciti a compiere un’impresa unica: ripopolare la campagna cinese piantando nuovi alberi, fino a trasformare gli aridi terreni attorno a Pechino in una foresta, una nuova casa per gli animali, insetti e uccelli.

Come spesso succede, per realizzare questo progetto non c’era budget. Ma non è stato nessun cliente a dirglielo, se lo sono detti da soli. O forse non è mai stato necessario. Allora Wenxi aiutava Haixia a salire sui pochi alberi rimasti per tagliare qualche ramo da piantare nei terreni desolati. Wenxi rimaneva a terra e così coordinava Haixia nei movimenti prestandogli gli occhi: un po’ più a destra, a sinistra, fai attenzione lì!

Durante il primo anno della loro impresa piantano 800 alberi, ma quando tornano in primavera per costatare la crescita scoprono che solo due erano sopravvissuti all’inverno (e all’inquinamento). Molti avrebbero gettato la spugna, ma loro no e in 10 anni piantano oltre 10.000 ramoscelli. Oggi sono 10.000 alberi verdi.

A raccontare la loro storia è GoPro, ormai brand unanimemente noto per aiutare a catturare i migliori momenti in scatti a grandangolo, nel documentario Blind Man and His Armless Friend Plant a Forest in China, parte del GoPro For a Cause, un particolare progetto destinato a far conoscere le storie di uomini straordinari. Questa di Wenxi e Haixia è stata filmata dopo che un dipendente GoPro venne a conoscenza della storia dei due amici nel novembre 2015 e quando Matt Ma, produttore artistico per GoPro, li rintracciò.

Il video è disponibile qui e regala un ammonimento prezioso: essere vivi vuol dire avere un progetto, non importa quale esso sia, come non contano i nostri limiti fisici, perché la nostra mente è illimitata.

Pianta ora Scopri Treedom Business