Lo smog ci rende più tristi?

Nov 21, 2013 | scritto da:

Che lo smog non faccia bene alla salute è cosa risaputa.

Ma che sia anche causa di “abbruttimenti”interiori è scoperta recente.

Una ricerca condotta dalla Trent University di Ontario in Canada, ha avuto l’interessante intuizione di mettere in relazione i livelli di smog presenti in alcuni paesi Europei con lo stato d’animo delle popolazioni che li abitano. Lo studio è stato condotto, fra le altre, in Francia, Germania, Spagna, Gran Bretagna e sì, anche in Italia.

I ricercatori, che hanno condotto questo studio, hanno preso in esame i dati inerenti alle emissioni di CO2 nell’aria, sottolineando il loro nesso con il grado di soddisfazione della vita: la ricerca è stata pubblicata sull’International Journal of Green Economics.

I dati raccolti sembrano proprio avvallare la loro ipotesi: l’aria più pulita e sana aumenterebbe la gioia di vivere.

E questo, oltre a dei freddi dati numerici, è facilmente intuibile: un’aria più respirabile presuppone la presenza di spazi verdi o comunque semi-incontaminati.

L’assenza di smog permette un maggior numero di ore di sole al giorno, permettendo agli abitanti di sfruttare più a lungo i suoi beneficii a livello umorale.

Inoltre un abbassamento dei livelli di CO2 nell’aria fa diminuire anche la possibilità di infarti ed ictus.

 

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business