Lucart: Rapporto di Sostenibilità 2014

Sep 23, 2015 | scritto da:

Sono quasi sicura che fai parte del calderone di quelli che la carta ancora la sprecano e che a quella riciclata preferiscono quella raffinata. Se non è così, sono felice di sbagliarmi, altrimenti dovrei cazziarti. Invece di farlo, però, ti racconto una bella storia che magari ti fa venire voglia di affidarti a chi fa della sostenibilità il suo vero fiore all’occhiello.

Parlo di Lucart, di cui abbiamo già scritto qui, qui e qui, che pochi giorni fa ha reso pubblico il suo Rapporto di Sostenibilità 2014.

L’azienda toscana, sin dalla sua nascita – 60 anni fa, si è impegnata per rendere sostenibile tutta la filiera di produzione, dall’approvvigionamento dalle materie prime fino alla distribuzione del prodotto finito.

I risultati si sono visti da subito, ma è sul lungo periodo che poi danno vera soddisfazione, soprattutto se i dati di cui andare fieri sono questi:

  • negli ultimi anni Lucart ha iniziato a prediligere il trasporto su rotaia a quello su gomma e, in particolare, dal 2012 al 2014 il numero di vagoni utilizzati è quasi raddoppiato (da 385 a 657), con una conseguente riduzione sia del traffico, sia delle immissioni inquinanti pari a circa 292 tCO2 in meno emesse in atmosfera;
  • durante lo scorso anno il ricorso a fonti energetiche alternative rinnovabili ha permesso di evitare l’immissione in atmosfera di oltre 1.200 tCO2 in totale;
  • l’aumento della quantità di acqua riutilizzata nel processo produttivo e la riduzione dei fabbisogni per il processo produttivo stesso, ha permesso all’azienda, sempre nel 2014, di ridurre del 9,6% (rispetto al 2013) il consumo idrico per tonnellata di carta prodotta;
  • gli stabilimenti di Porcari e di Castelnuovo di Garfagnana sono del tutto autosufficienti da un punto di vista energetico grazie alla presenza di centrali di cogenerazione alimentate a gas metano: il surplus che viene immesso in rete, unitamente ad altri interventi di riduzione dell’utilizzo di gas metano e vapore, hanno così permesso di evitare l’immissione di 6.300 tCO2 in atmosfera.

 

Quando ti soffi il naso, usi un tovagliolo di carta a tavola o strappi la cartaigienica controlla da chi viene prodotta: se sai che è Lucart a farlo vedrai che ti sentirai meglio. Garantito.

Pianta ora Scopri Treedom Business