Mehdiganj, il paese che si oppone al colosso americano Coca-Cola

Dec 23, 2014 | scritto da:

Dopo 15 anni di proteste, gli abitanti di Mehdiganj, nell’India orientale, hanno vinto la battaglia contro la multinazionale americana Coca-Cola, colpevole di aver gravemente danneggiato le risorse idriche sotterranee della zona.

La comunità rurale di Mehdiganj conta sulla falda idrica in quanto risorsa comune per soddisfare le esigenze di base quali bere, cucinare, pulire, fornire acqua per il bestiame e l’irrigazione dei campi, e ha iniziato le proteste contro lo stabilimento nel 2003. Coca-Cola ha sempre negato un suo coinvolgimento, ma ha perso la causa.

Infatti, dati governativi dimostrano che da quando la multinazionale ha iniziato ad operare a Mehdigan, nel 1999, i livelli delle acque sotterranee sono drasticamente calati: i pozzi si sono prosciugati, le pompe a mano hanno smesso di funzionare e gli stagni si sono inariditi. Dimostrare il coinvolgimento di Coca-Cola è stato semplice: l'Autorità Indiana per le Risorse Idriche ha stimato che nel maggio 2014 Coca-Cola ha estratto circa 20milioni di litri d’acqua (670mila litri al giorno!) dalle falde di Mehdiganj. Nello stesso mese ha prodotto 5 milioni di litri di prodotto, questo significa che la multinazionale ha utilizzato 20milioni di litri di acque sotterranee per la produzione di 5 milioni di litri di bevande. E gli altri 15 mila litri? Coca Cola li ha convertiti in acque di scarico. Uno spreco imbarazzante che non solo viola i principi più basilari dello sviluppo sostenibile -sviluppo che soddisfa i bisogni odierni della comunità senza compromettere le generazioni future- ma che sfrutta le acque sotterrane in un’area che soffre in modo grave di carenze d’acqua.

Ma questa è solo la punta dell’iceberg. Nel 2003 il Centro di Controllo dell’Inquinamento ha rilevato che i nove impianti Coca-Cola presenti in India violano le regole per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi, con livelli altissimi di cadmio, cromo e piombo che finiscono direttamene nel terreno.

"La Coca Cola è una compagnia senza ritegno ed eticamente scorretta, che continua ad avere come priorità il profitto invece del benessere delle comunità che vivono vicino alle sue fabbriche", dice Amita Srivastava dell’India Resource Center, in un’intervista per The Ecologist.

Pianta ora Scopri Treedom Business