MycoTEX, il tessuto realizzato con i funghi

Apr 07, 2016 | scritto da:

Il mondo è dinamico, ma i tessuti dei nostri abiti ancora no. Colpa della cultura usa e getta che ha modellato un modo di vivere nel quale la riparazione non è contemplata: molto più semplice, e a volte anche più economico, comprare oggetti nuovi. Soprattutto se si tratta di capi di abbigliamento, il cui tasso di consumo è in continuo aumento. Il cambio di rotta però sta avvenendo grazie principalmente all’ondata di ‘designer tessili sostenibili’ che puntano a riparare piuttosto che a buttare. Tra questi c’è anche l'olandese Aniela Hoitink, ideatrice di un nuovo tessuto cresciuto da un fungo micelio.

Il rivoluzionario tessuto si chiama MycoTEX e può essere riparato quando necessario e, una volta che l’abito non è più utilizzabile, viene facilmente compostato. Il tessuto in oggetto è stato di recente portato in mostra alla Fungal Futures sotto forma del vestito che vedi nelle foto.

Lo scopo iniziale di MycoTEX era quello di creare un tessuto con un materiale vivo e sviluppare da questo un indumento. Del fungo è stata utilizzata principalmente la sua radice allo stato solido combinata con un substrato. Aniela ha iniziato quindi combinando il micelio (l'apparato vegetativo dei funghi, formato da un intreccio di filamenti detti ife, tubuli in cui scorre il protoplasma) con vari tessuti al fine di creare prodotti compositi flessibili. Durante la ricerca per ottenere il risultato voluto inizialmente, le cose, però, si sono evolute riuscendo a realizzare tessuti esclusivamente con puro micelio, mantenendo costante la flessibilità senza utilizzare materiali tessili tradizionali.

L’ispirazione di Aniela nell’utilizzo dei funghi nasce dall’osservazione di una serie di ‘corpi morbidi’ come li definisce lei: organismi che crescono replicando se stessi più e più volte. Proprio questa capacità di crescita l’ha ispirata a realizzare tessuti in moduli in grado di offrire il vantaggio di una riparazione e sostituzione più semplice, poiché non interferisce con l’aspetto del tessuto. In questo modo si può anche facilmente regolare la lunghezza di un abito e aggiungere e togliere elementi da esso. Se MycoTEX dovesse prendere piede su larga scala, sarebbe di certo una novità e una rivoluzione dato che si potrebbero saltare molti passaggi di filatura e tessitura. L’abbigliamento è direttamente incollato e modellato sullo stampo e questo tessuto può fungere anche da nutrimento alla pelle con un’azione antimicrobica.

Pianta ora Scopri Treedom Business