Nasce PlanBee, l’alternativa al grigio degli spazi comuni, in Italia.

Feb 18, 2015 | scritto da:

Quando sembra che non ci sia una soluzione, a tutti piacerebbe che qualcuno ci fornisse il fantomatico "Piano B": questo qualcuno c'è, e ne ha fatto una professione...
planBee, il nuovo progetto che sta prendendo vita sotto l'ala protrettrice di Treedom, è il primo portale di crowdfounding in Italia dedicato interamente al finanziamento di opere green che non riescono, per un motivo o per un altro, a trovare compimento. 

“planBee è un progetto per far rifiorire l’Italia” racconta Armando Mattei, cofondatore del progetto “perché la dove le soluzioni tardano ad arrivare e gli spazi comuni rimangono grigi, si sente l’esigenza di un Piano B…”

 

B, pronunciato Bee – ape in inglese –, è anche il logo che simboleggia lo stile operaio e operoso di questo nuovo progetto.

Il primo progetto "in cantiere" è la raccolta fondi per il Giardino dei Semplici di Firenze.
E da dove, se non da un giardino, potevano cominciare le nostre apine?

Realizzato nel 1545 su volontà di Cosimo I dei Medici, il Giardino dei Semplici è uno degli orti botanici più antichi del mondo. Occupa una superficie di 2 ettari e mezzo nel pieno centro di Firenze ed è considerato uno degli orti botanici più belli del mondo e contiene un patrimonio arboreo e vivaistico di assoluto rilievo internazionale.

 

Il pomeriggio di venerdì 19 settembre 2014 si è abbattuto su Firenze il peggiore temporale della sua storia recente: una terribile grandinata e una tromba d’aria hanno colpito in pieno il Giardino distruggendo circa il 30% del secolare patrimonio arboreo con alberi sradicati e spezzati di netto.


Anche le strutture hanno riportato molti danni con tetti dei laboratori didattici sfondati.
L’orto è stato costretto a una lunga ed imprevista chiusura che si è resa necessaria per mettere in sicurezza tutta l’area e smaltire rami ed alberi distrutti.

Guardate in questo video cos'è successo!

 

- Cosa stanno cercando di fare?

Aiutare la struttura ad essere pronta per la sua riapertura fissata al 1 aprile 2015.

Gli interventi da realizzare per rendere il Giardino più bello e godibile e riportarlo agli antichi splendori sono molti.

Il primo che vogliamo realizzare con il tuo aiuto è il progetto “Colora l’orto” che consiste nel collocare piante molto particolari e colorate (ortensie giapponesi e altri esemplari molto pregiati) per creare all’interno del Giardino un ambiente naturale, insolito e pieno di sorprese.

Una volta completato il primo intervento si aprirà la raccolta fondi per il secondo obiettivo, ovvero restaurare due serre contenenti bellissimi esemplari tropicali ed una delle collezioni di felci più importanti d’Italia. Dopo il restauro le serre potranno finalmente essere aperte al pubblico in modo che tutti possano visitarle ed ammirarne il contenuto.

 

 

- Come e cosa potete fare?

Basta visitare il sito, cliccare sul progetto e decidere come contribuire: Paypal, carta di credito o ricaricabile.

Per “ringraziarvi” sono stati previsti diversi benefits a seconda dell’ammontare del contributo:

10 EURO, RINGRAZIAMENTI SUL SITO

25 EURO RINGRAZIAMENTI SUL SITO, + DUE BIGLIETTI

50 EURO RINGRAZIAMENTI SUL SITO, BIGLIETTO 2 ADULTI + 4 BAMBINI, CERTIFICATO

100 EURO RINGRAZIAMENTI SUL SITO, BIGLIETTO 4 ADULTI + 4 BAMBINI + CERTIFICATO

200 EURO RINGRAZIAMENTI SUL SITO, BIGLIETTO 4 ADULTI + 4 BAMBINI + VISITA GUIDATA + CERTIFICATO.

 

 

Per i primi 70 donatori, oltre ai benefits elencati, l'Università di Firenze ha messo a disposizione dei volumi sulla storia e sulle collezioni vivaistiche dell'Orto Botanico.

Non attendete oltre!

 

 

Pianta ora Scopri Treedom Business