Nelle aree di servizio autostradali arrivano i prodotti degli agricoltori locali

Aug 04, 2015 | scritto da:

Le vacanze estive sono alle porte e molti di noi sono pronti a partire mettendosi in viaggio sul reticolo autostradale italiano senza sapere che in Italia è nata la prima rete di oasi agricole in autostrada.

Nelle aree di servizio delle autostrade italiane arrivano delle vere e proprie oasi degli agricoltori dove sarà possibile acquistare i prodotti autentici del territorio locale provenienti dalle singole aziende agricole anziché i cibi confezionati dei soliti brand conosciuti ed ultra famosi. L’idea nasce da un accordo della Coldiretti-Fai con Chef Express e prevede l’allestimento di un’apposita sezione all’interno delle aree di servizio autostradali dove sono esposti i prodotti locali: si tratta di un servizio in più offerto a tutti i viaggiatori che avranno certamente una più ampia scelta di prodotti durante le loro soste e di una grande vetrina per i produttori che, inevitabilmente, renderanno i loro marchio ed i loro prodotti più conosciuti. Un’iniziativa del genere rende i cibi locali e “di nicchia” più facilmente accessibili a tutti, anche ai turisti che visitando il nostro paese in macchina vogliono fare scorta di tutti quei prodotti genuini e tradizionali che portano alto il nome dell’Italia nel mondo.

Il progetto delle oasi agricole nelle aree di sosta in autostrada riguarda per adesso solo il Lazio e l’Emilia Romagna dove 9 aree di servizio ospiteranno la novità. Dunque a disposizione degli automobilisti ci saranno prodotti di qualità come olio d’oliva locale, conserve, marmellate, pasta di farro, biscotti, salse e sughi e tutti i prodotti saranno FAI (Firmati dagli Agricoltori Italiani) per garantire ed assicurare la trasparenza della filiera.

Questo progetto potrebbe far cambiare volto alle aree di servizio italiane negli anni a venire.

Pianta ora Scopri Treedom Business